Home
Facebook Instagram Newsletter

Casatiello Dolce Napoletano Ricetta Tradizionale

Il casatiello napoletano dolce è la variante dolce del casatiello napoletano: è un lievitato da forno, si prepara per Pasqua ma non solo e si mangia a colazione, merenda, come dopo pranzo. E’ similissimo alla pizza cresciuta di Pasqua che si prepara a Roma sia per procedimento che per tempi di preparazione.

Qualcuno lo conosce con il nome di pigna ma la tradizione lo chiama casatiello dolce; richiede un bel po’ di tempo ma il risultato, proprio come per la pizza cresciuta e la pizza sbattuta di Roma, è davvero unico e incredibile.

Secondo le nonne napoletane lo si prepara con il lievito madre (se vuoi sapere come fare il lievito madre a casa clicca qui) ma in mancanza di questo, come tutte le cose si può preparare usando lievito di birra fresco.

Come per tutti i lievitati, anche questo casatiello dolce richiede parecchio tempo (fino a 12 ore) in modo tale che l’impasto sia morbido e ben alveolato all’interno. Ciò garantirà che la brioche non sarà troppo secca e pesante, ma resterà leggera nonostante la presenza di tanti ingredienti.

Da non sottovalutare l’utilizzo di una buona farina, possibilmente macinata a pietra, e di ingredienti di qualità che possono fare davvero la differenza; per quel che riguarda la farina, io propongo la Manitoba.

La ricetta tradizionale prevede che il casatiello venga ricoperto di glassa dolce e zuccherini ovvero i classici diavolilli con la glassa.

Ecco per te la mia ricetta per un casatiello napoletano dolce originale e semplice da preparare per Pasqua!

Ingredienti per Un casatiello dolce da 1 Kg

    Per la brioche

    • 500 grammi di farina Manitoba
    • 4 uova
    • 220 grammi di zucchero
    • 100 grammi di burro
    • 15 grammi di lievito di birra fresco
    • Acqua tiepida al bisogno
    • 30 ml di liquore Strega
    • buccia grattata del limone

    Per la glassa (opzionale)

    • 50 grammi di albumi (circa 4 uova grandi)
    • 100 grammi di zucchero a velo
    • 1 cucchiaino di succo di limone
    • Confettini colorati

    Procedimento

    1. Sciogliere il lievito in 1/4 di bicchiere di acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero. Una volta pronto mescolarlo con 60 grammi d farina e lavorare con le mani fino ad ottenere un impasto compatto e liscio. Lasciar lievitare il lievitino per 1 ora e mezza coperto da un panno di cotone.
    2. Trascorsa l’ora e mezza sbattete le uova con lo zucchero aggiungendo, una volta che si è formata una cremina, un pizzico di sale, la buccia del limone e il liquore. Aggiungere all’impasto la farina restante setacciata continuando a mescolare con una frusta o con uno sbattitore a velocità bassa. Allo stesso impasto aggiungere anche il burro ammorbidito.
    3. Aggiungere il lievitino ormai pronto e lavorare l’impasto con le mani sbattendolo energicamente fino ad ottenere una crema compatta e morbida.
    4. Imburrare uno stampo rotondo o a ciambella del diametro tra i 27 e i 30 cm e versare tutto l’impasto del casatiello dolce. Mettere a riposare dentro il forno, coperto con della pellicola trasparente e lasciar lievitare per almeno 12 ore o una notte intera.
    5. Trascorso il tempo di lievitazione accendere il forno alla massima potenza quindi portarlo a 180° e infornare il casatiello. Cuocere per 1 ora o fin quando, inserendo uno stecchino, questo non esce completamente asciutto. Lasciar raffreddare e servire oppure cospargerlo di glassa.
    6. Per preparare la glassa montare gli albumi a neve ferma aggiungendo lo zucchero a velo man mano che gli albumi diventano spumosi. Aggiungere il succo del limone e cospargere il casatiello con questa glassa coprendo con i confettini a volontà!

    tempistiche

    Tempo di preparazione: 1.5 giorni

    Tempo di cottura: 1 ora

    Tempo totale: 1.5 giorni


    Casatiello Napoletano Dolce: consigli utili

    • Per i celiaci, si ottengono ottimi risultati anche usando un mix di farine senza glutine naturali, riso+mais, aggiungendo meno acqua all’impasto e lasciando lievitare per meno tempo. In questo caso è possibile utilizzare lievito secco per una lievitazione meno invadente visto che la farina senza glutine tende a dividersi e aggiungere un pizzico di xantano;
    • Se hai lo strutto, usalo al posto del burro. Conferisce un sapore ancora più peculiare, aiuta la farina a legare e, soprattutto, è più grasso;
    • Conserva il casatiello dolce dentro un portatorta oppure lascialo nello stampo di cottura avendo l’accortezza di coprirlo con della carta bianca o uno strofinaccio. Se lo glassi resiste un massimo di 3 giorni. Puoi congelarlo senza glassa;
    • La lievitazione può essere fatta anche in frigorifero, tenendo a mente che se l’impasto non è morbido lasciandolo lievitare in frigorifero tenderà a seccarsi e in cottura il casatiello resterà più duro;
    • Tipicamente, il casatiello si prepara dentro una teglia alta che permette una lievitazione perfetta. Se non riesci a trovarla puoi usare un classico stampo a ciambella, meglio se con fondo apribile per evitare problemi.

    Se ti piace questo articolo condividilo!
    Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest
    Informazioni sull'autore
    Veruska Anconitano
    Veruska è content marketer e digital strategist. E' anche una giornalista iscritta all'ODG, premiata come World Best Food Travel Journalist e membro della British Guild of Travel Writers. E' diplomata come sommelier. E' la co-fondatrice di TheFoodellers e di altri siti.
    Website Linkedin Twitter
    151 persone hanno votato, media voti: 4.45. Vota anche tu!

    Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

    Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy