Helsinki in inverno: cosa fare, vedere, mangiare

Se ti piace questo articolo condividilo!

 

Visitare Helsinki in inverno potrebbe sembrare un’idea assurda: la Finlandia, come tutto il Nord del Mondo, è soggetta a temperature bassissime e nel periodo invernale le ore di luce sono davvero poche. Per questo è di solito sconsigliata da chi organizza viaggi e coloro che decidono di lasciarsi tentare da questa Capitale tendono a considerarla solo per viaggi in primavera e in estate. A differenza di quel che si crede, in realtà Helsinki in inverno è una capitale viva, con molte cose da fare e che non si ferma nonostante il freddo e la neve. A dirla tutta, visitare Helsinki in inverno vuol dire assaporarne un’atmosfera autentica e poco turistica, praticare le stesse attività che praticano i finlandesi e vivere la città al meglio. In questa guida, qualche indicazione se vuoi visitare Helsinki durante la stagione fredda.

Helsinki: dov’è e piccoli cenni storici

Helsinki, la capitale della Finlandia, è stata per secoli divisa tra Svezia e Russia fino alla dichiarazione dell’Indipendenza della Finlandia nel 1917 e la proclamazione della Capitale nel 1918. Situata a poche ore da Tallin, Stoccolma e San Pietroburgo, è oggi considerata un vero crocevia tra Europa e Russia. Ancora oggi, a Helsinki si parlano due lingue ufficiali: finlandese e svedese (questo andava studiato obbligatoriamente fino a poco tempo fa), e tutti parlano perfettamente inglese. Molti capiscono e parlano anche il russo.
Piccola nota: la Finlandia non fa parte della Scandinavia ma è uno dei cosiddetti Nordic Countries ovvero i Paesi che includono Danimarca, Norvegia, Svezia, Finlandia, Islanda, Isole Faroe, Groenlandia e Isole Åland.

Le temperature e come vestirsi ad Helsinki in inverno

Situata vicinissima alla Circolo Polare e al Nord dell’Europa e del Mondo, Helsinki in inverno è fredda. La temperatura media è di -10°C ma può arrivare tranquillamente a -20°C e oltre, la neve è onnipresente e così il vento: è essenziale dunque pianificare con cura una visita invernale alla città finlandese in modo da organizzarsi con i vestiti appropriati. Personalmente, ritengo sia necessario non vestirsi pesanti ma vestirsi a strati usando abbigliamento tecnico e caldo. Importantissime le scarpe che non devono essere solo calde ma anche antineve: un paio di stivali da donna, con suola antiscivolo, sono la soluzione perfetta. Da uomo, un paio di scarpe da montagna apposite per neve, alte e con grip, sono la prima scelta. Consiglio rispettivamente Sorel da donna (li trovi anche in vendita nei negozi di Helsinki, proprio perché sono adatti per le temperature gelate) o Timberland sempre da donna (anche se sono meno calde rispetto agli stivali e necessitano di qualche settimana prima di essere comode)
Immancabili i guanti che devono essere necessariamente caldi e impermeabili: non credere che ti bastino i guanti che usi di solito perché potrebbero non essere sufficienti. Io utilizzo questi che mi tengono le mani calde e allo stesso tempo non occupano troppo spazio; siccome i guanti sono un accessorio estremamente soggettivo, è possibile che non siano adeguati al tuo livello di sofferenza del freddo, e per questo motivo ti consiglio di sceglierli in base alle tue necessità.

Le cose da sapere prima di pianificare una visita invernale ad Helsinki

  1. Le temperature sono basse (leggi sopra) e può nevicare di continuo: questo non blocca i finlandesi dal fare le loro cose senza alcun problema, per cui mezzi pubblici, bar, ristoranti, attrazioni sono aperti e funzionanti;
  2. Gli orari si spostano: la cena spesso viene servita massimo entro le 21 ma è comunque possibile trovare posti aperti anche oltre questo orario;
  3. Le ore di luce sono ridotte: in alcuni periodi dell’anno, ad Helsinki ci sono solo 3 ore di luce. In inverno, nello specifico da dicembre a febbraio, le ore di luce sono ridotte e questo significa che albeggia intorno alle 9.30/10 e il sole tramonta tra le 14 e le 15;
  4. I luoghi sono sempre pieni: per via del freddo, i locali sono quasi sempre pieni. E’ bene prenotare se si mangia fuori, per evitare di non trovare posto;
  5. Nella zona del mare, i locali chiudono sempre intorno alle 16: se sei in zona, organizzati per bene per evitare di restare senza cibo o senza qualcosa di caldo da bere;
  6. Le saune sono prese d’assalto: le saune più famose in inverno vanno prenotate con anticipo. I finlandesi, grandi amanti delle saune, in inverno diventano ancora più assidui complice l’usanza (di cui ti parlerò dopo) di un bagno nel mare ghiacciato dopo il bagno di calore. Non aspettare l’ultimo momento per prenotare la tua sauna!
  7. Se visiti Helsinki in inverno nella speranza di vedere l’Aurora Boreale, purtroppo le occasioni che avrai di vederla saranno sempre pochissime, se non pari a zero: l’Aurora si affaccia solo in determinate situazioni ed Helsinki di solito non le rispetta.

Cosa fare ad Helsinki in inverno

Helsinki in inverno è decisamente magica, la luce che trapela tra gli alberi, la coltre di neve che ricopre la città, i fiocchi che cadono: un’atmosfera ovattata, pochi turisti e la possibilità di godere al meglio della città e della sua vitalità. Ecco alcune delle cose più belle, tradizionali e uniche da fare ad Helsinki in inverno.

  • Provare la sauna finlandese e il tradizionale “ice swimming”

5 milioni di abitanti, 3 milioni di saune: questi sono i numeri quasi ufficiali che rendono la Finlandia IL Paese della sauna, ed Helsinki non è decisamente immune. Esistono sia saune pubbliche che saune private. Le pubbliche più famose sono Kotiharjun Sauna, Kulttuurisauna e Sauna Arla: nelle saune pubbliche si va tipicamente nudi e per questo non sono posti misti, per cui le donne e gli uomini hanno accesso ad orari/stanze diversi.

Nelle saune private, invece, le cose possono essere diverse, gli accessi misti e si deve indossare il costume: Löyly Sauna, probabilmente la più famosa di Helsinki, è situata sul lungomare ed offre 2 saune diverse con affaccio diretto sul mare oltre che un ristorante, lounge e terrazza. Il posto ideale dove praticare l’ice-swimming in inverno ovvero buttarsi nell’acqua gelata dopo essere stati in sauna, per dare una sferzata di energia al corpo. Da provare, senza se e senza ma.

Un altro posto interessante dove praticare l’arte del nuoto sotto lo zero è Allas Sea Pool, la piscina con acqua di mare, acqua dolce riscaldata, sauna e vista sulla città.

  • Camminare sull’acqua ghiacciata

Lo sport che i residenti di Helsinki amano di più in assoluto è camminare sui laghi ghiacciati o sul mare ghiacciato. Il sogno di ogni abitante di Helsinki è vivere quanto più possibile in mezzo alla natura e per questo motivo uno dei grandi momenti inverno è proprio quando mare e laghi si ghiacciano. Sull’acqua non è possibile solo camminare ma anche praticare diverse attività come pattinare, pescare e via dicendo.

  • Assaporare il caffè

La Finlandia è il Paese dove si consuma più caffè in Europa e oggi la cultura legata a questa bevanda sta cambiando moltissimo, con caffetterie di nuova generazione che continuano a nascere per offrire ai loro clienti un’esperienza sensoriale unica. A parte le classiche caffetterie come Fazer ed Ekberg, conosciute per i loro dolci e la loro storia, un giro ad Helsinki ti permetterà di scoprire luoghi particolari dove il caffè è servito con competenza e amore. Inoltre, una buona tazza di caffè è quello che serve quando fuori è freddo. Ti consiglio queste caffetterie:

  • Andante in zona Punavuori
  • Cargo Coffee + Vegetarian Food
  • Fratello Torrefazione
  • Café Kuuma
  • La Torrefazione (varie location)
  • Café Sävy
  • Mattolaituri
  • Cafe Cardemumma

Il famosissimo Café Regatta, situato sul mare all’interno di una vecchia casa di legno e consigliato da pressoché tutti, per me non vale l’attesa: la location è sicuramente molto carina ma per quel che riguarda il caffè, il posto lascia secondo me a desiderare così come i dolci. A ciò si aggiunge il fatto che è sempre congestionato e l’esperienza rilassante che dovrebbe essere bere un caffè, si rivela un incubo dei peggiori.

Ricordati che quando si chiede un caffè, automaticamente si assume si tratti di caffè filtrato (kahvi in finlandese) mentre per richieste più specifiche è necessario essere specifici.
Il caffè si accompagna quasi sempre alla pulla, un dolce a scelta (la lista di cosa mangiare a Helsinki la trovi qua). Il periodo dopo Natale è il momento perfetto per assaggiare le Runenberg Tarts e gli Shrove Buns.

  • Godere del mare e visitare le isole

Helsinki è circondata dal mare su 3 lati, il lungomare è lungo circa 130 Km e intorno alla città si trovano ben 300 isole, alcune visitabili e altre no. In inverno partono quotidianamente traghetti per la fortezza di Suomenlinna, Patrimonio Unesco oggi abitata da circa 800 persone e dove è possibile passeggiare, fermarsi per mangiare o bere qualcosa e visitare il museo.
Imperdibile l’isola di Uunisaari, raggiungibile in inverno attraverso un ponte di legno: l’edificio di mattoni rossi che oggi ospita un bar/ristorante era una fabbrica di vernice. Il panorama invernale da Uunisaari, specialmente intorno all’ora del tramonto, è davvero sensazionale; qui si può anche fare una sauna la mattina dalle 7 alle 10, con ice-swimming nella neve.
Mustikkamaa è anch’essa raggiungibile tramite un ponte pedonale da Kalasatama.

Menzione speciale per Lauttasaari, un’isola collegata alla terraferma tramite un ponte che offre panorami invernali spettacolari: la parte raggiungibile a piedi è Vattuniemi, selvaggia e a tratti difficile in inverno, è davvero un’esperienza unica. Difficilmente accade in inverno, ma se il livello dell’acqua scende sotto i 30 cm si può raggiungere anche Sisä-Hattu.

  • Godere dell’architettura modernista di Helsinki

Helsinki è famosa per le sue architetture moderne, in special modo all’interno di palazzi che dall’esterno non sono così appetibili. Le opportunità sono moltissime e sono tutte gratuite. Imperdibile Oodi Central Library, la nuovissima biblioteca costruita in occasione del centenario della proclamazione dell’Indipendenza Finlandese e di Helsinki come Capitale della Nazione; non si tratta di una biblioteca nel termine classico del termine, ma piuttosto di uno spazio multiculturale per giovani, anziani, famiglie che all’interno include spazio libri, sale audio-video, sale con videogiochi, cinema, vari caffè, co-working, un asilo e tanto altro.

Altri spazi architettonici da non perdere sono la Temppeliaukio Rock Church, la Kamppi Chapel (Chapel of Silence), il Museum of Contemporary Art Kiasma, il nuovo Amos Rex con le sue esibizioni di arte contemporanea, la National Library of Finland, la Biblioteca Kaisa-tal e la Kallio Library.

  • In giro per musei

Se hai del tempo da spendere e ami i musei, Helsinki ti offre diverse possibilità. Oltre ai più classici come il National Museum of Finland o il Museum of Finnish Architecture, te ne segnalo tre interessanti: Design Museum, Museum of Contemporary Art Kiasma e Cable Factory, per imparare qualcosa in più sul design finlandese e la fotografia.

  • Una giornata a Tallin

Tallin dista 2 ore di nave da Helsinki ed è per questo motivo la meta preferita da chi ha qualche giorno da spendere a Helsinki e vuole approfittarne per fare un salto dall’altra parte del mare. Le temperature e le ore di luce sono le stesse di Helsinki per cui è bene calcolare che siccome si parte la mattina e si torna la sera potrebbe essere davvero molto freddo: in una giornata a Tallin si riesce ad avere un assaggio del centro medievale e del suo centro storico, inclusa la visita di Alexander Nevski Cathedral, Tallinn Town Wall, St Olav’s Church, Raekoja Platz e St Catherine’s Passage.

Gli imperdibili

Freddo o non freddo, questi sono gli imperdibili a Helsinki:

  • Helsinki Cathedral;
  • Hakaniemi Market Square & Hakaniemi Market Hall;
  • Design District Helsinki: una passeggiata nelle zone di Punavuori, Kaartinkaupunki, Kamppi e Ullanlinna permette di scoprire il meglio del design finlandese;
  • Kallio Church

Il consiglio in più

La Helsinki Card è un ottimo modo per visitare la città e i suoi dintorni e usufruire anche dei trasporti gratuiti: sono incluse nella card le entrate alla maggior parte dei musei e tutti i trasporti urbani. Sconti sui trasporti per le isole e anche sul traghetto per Tallin.

Dormire ad Helsinki in inverno

Giornate corte, freddo intenso: se queste due cose non ti spaventano e hai deciso di visitare Helsinki in inverno, io ti consiglio di scegliere una sistemazione centrale o vicinissima al centro, dove poterti rifugiare in caso di bisogno e anche per evitare di salire e scendere dai mezzi pubblici. Queste sono le strutture che ti consiglio:

  • Holiday Inn Helsinki City Centre

Situato dentro la stazione, offre camere grandi e spaziose, comode e silenziose. Centralissimo, è funzionale sia per chi arriva tardi o riparte presto la mattina che per chi cerca una struttura internazionale dagli standard alti. Guarda e prenota l’hotel cliccando qui.

  • Clarion Hotel Helsinki

Uno degli hotel più nuovi di Helsinki, famoso per il suo bar all’ultimo piano da dove si vede tutta la città e per la sua piscina (piccola ma funzionale) con vetrate che guardano Helsinki. Guarda e prenota l’hotel cliccando qui.

  • Radisson Blu Plaza Hotel

Appartenente alla catena Radisson, questo hotel è conosciuto sia per le sue stanze che per il suo ristorante, il Plaza. Comodo per chi vuole stare in centro e avere la certezza di un alloggio di qualità. Guarda e prenota l’hotel cliccando qui.

  • Apartment Hotel Aallonkoti

Per chi preferisce la comodità di una casa, Apartment Hotel Aallonkoti è la scelta giusta. Vicinissimo alla stazione e comodo per girare il centro e non solo, offre appartamenti da 1 o 2 camere da letto tutti dotati di cucina, bagno attrezzato anche con lavatrice e una sauna utilizzabile gratuitamente. Guarda e prenota l’hotel cliccando qui.

Mangiare ad Helsinki in inverno

La scelta di posti dove mangiare ad Helsinki non varia molto tra estate e inverno ma con la stagione fredda aumentano le possibilità di mangiare prodotti tipici finlandesi in ambienti caratteristici, gustandone tutta la loro bontà.
Helsinki non è una città economica ma è possibile mangiare senza spendere troppo. Io ti consiglio alcuni posti che vale la pena provare e che NON sono necessariamente economici ma che ti faranno tornare a casa felice.
Ecco alcuni suggerimenti per te:

  • Grön

Prodotti di stagione e rigorosamente finlandesi, piatti studiati e ricercati. Ambiente non eccessivamente formale, prezzi alti, 1 stella Michelin.

  • Lappi

Come suggerisce il nome, Lappi serve cibo ispirato ai sapori della Lapponia. Diventato famoso dopo essere stato consigliato da Anthony Bourdain. Abbastanza costoso, non formale.

  • Meripaviljonki

Un ristorante nel bel mezzo di un lago che in inverno diventa ghiacciato ed estremamente suggestivo. La cucina è un mix tra Russia e Finlandia, i piatti sono abbastanza abbondanti e saporitissimi. Ambiente un po’ formale, prezzi medio-alti.

  • Ravintola Nokka

Nascosto rispetto alle tradizionali rotte turistiche, Nokka è davvero un posto local al 100%. Cibo finlandese al 100% ed è possibile scegliere tra menù o cena alla carta. Ambiente un po’ formale, prezzi medio-alti.

  • Sandro Kallio

Uno dei posti più interessanti per un brunch la domenica o per una cena. Ispirato ai sapori del Medio Oriente, Sandro propone diversi piatti speziati e non necessariamente finlandesi. Informale, prezzi medi.

  • Ravintola Ultima

Sperimentazione al massimo da Ultima, che aspira a buon diritto alla Stella Michelin. Due tipi di menù, con o senza vino, e piatti finlandesi rivisitati con accostamenti sulla carta azzardati ma in realtà più che azzeccati. Ambiente non eccessivamente formale, prezzi alti.

  • Ravintola Karl-Johan Oy

Un piccolo ristorante con u menù ristretto e ispirato ai sapori di Finlandia e Svezia. Si può ordinare alla carta o scegliere il menù da 3 portate. Ambiente informale, prezzi medio-alti.

Come arrivare dall’aeroporto di Helsinki in centro

Se hai deciso di visitare Helsinki in inverno, ti manca l’ultima informazione utile: come arrivare dall’aeroporto al centro di Helsinki.
Dall’aeroporto di Helsinki, si arriva in centro in diversi modi. Il più semplice è prendendo un treno marcato I o P che arriva direttamente alla stazione in circa 30 minuti; il biglietto costa 5 euro (informazioni aggiornate a gennaio 2019) per singola tratta e singola persona e può essere acquistato alle macchinette direttamente in stazione. Se preferisci l’autobus, puoi prendere 615 o il Finnair City Bus, che arrivano (e partono) sempre dalla stazione. Qui tutti gli orari aggiornati in tempo reale sia di treni che di autobus da e per l’aeroporto di Helsinki.

Se hai deciso di visitare Helsinki in inverno, buon divertimento!

[Tutte le foto di questo articolo sono ©Giuseppe Milo]

Se ti piace questo articolo condividilo!

Categorie: Viaggi
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina

Categorie

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Articoli più popolari

Supplì di riso, ricetta originale da Roma
Caponata siciliana ricetta originale
Nocino fatto in casa ricetta originale
Spritz, la ricetta originale
Pasta alla zozzona ricetta romana originale
Crema Pasticcera Ricetta Classica
Muffin al cioccolato ricetta facile e veloce
Ricetta Cheesecake Philadelphia Fredda
Amatriciana ricetta originale di Amatrice
Pancakes ricetta originale americana
Pasta Frolla Ricetta Originale e Semplice della Nonna
Pizza napoletana fatta in casa ricetta
Pinsa romana: ricetta, impasto e informazioni
Torta di Mele Ricetta Classica della Nonna
Pancakes proteici ricetta facile e veloce
Limoncello Ricetta Perfetta
Pasta al Forno Ricetta Classica Semplice
Pasta al Forno Bianca Ricetta Veloce Cremosa
Dove mangiare a Roma tipico
Besciamella ricetta veloce e semplice
Gnocchi alla romana ricetta originale
Ricetta Torta al Limone e Mandorle
Cremor tartaro, cos'è, come si usa
Ricetta Biscotti di Pasqua Decorati
Ricetta Biscotti Semplici e Veloci
Ricetta Castagnole Morbide Fritte e al Forno
Ricetta pane fatto in casa
Ricetta Cheesecake Arcobaleno Fredda
Peso alimenti crudi e cotti: la guida con la tabella completa
Bucarest cosa vedere e dove mangiare
Pasta alla carbonara, ricetta originale
Organizzare un viaggio in Irlanda: consigli e dritte imperdibili
Frittelle dolci veloci e semplici senza lievitazione
Tiramisù ricetta originale della nonna
Gnocchi di patate fatti in casa ricetta della nonna
Ricetta Spaghetti Cacio e Pepe Originale Romana
Tabella conversione unità di misura americane in cucina
Come fare la focaccia genovese a casa con la ricetta originale
Crostata di frutta fresca con crema pasticcera
Polpette alla romana al sugo, ecco la ricetta
Ricetta crepes dolci e salate
Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy