Home
Facebook Instagram Newsletter

Ciaramicola Umbra Ricetta Pasquale

La ciaramicola umbra, il dolce di Pasqua tipico del perugino e in generale di tutta la regione, è uno degli emblemi della cucina umbra per Pasqua: una specie di pizza sbattuta ma più alta e tutta rossa all’interno per via dell’alchermes e ricoperta di meringa con i confettini.

Simile a questa pizza dolce, la ciaramicola è uno dei tanti lievitati pasquali che vengono preparati in occasione della Pasqua e che richiedono sicuramente del tempo per essere cotti.

A differenza della mia famosa pizza cresciuta e del casatiello, questa ciaramicola non richiede così tanto tempo di lavorazione e preparazione a patto che si utilizzi una farina buona e che si sbattano bene gli ingredienti: questo permetterà di incorporare aria a sufficienza per far gonfiare la torta in cottura e renderla soffice e delicata.

Questo dolce rappresenta i cinque rioni di Perugia di Porta Sole, Porta Sant’Angelo, Porta Susanna, Porta Eburnea e Porta San Pietro.

Si dice che nell’antichità le fidanzate per Pasqua preparavano la ciaramicola con i colori della città di Perugia (bianco e rosso) e in modo che ricordasse (tramite i rigonfiamenti e gli avallamenti) i quartieri della città, ai propri fidanzati.

Questa di seguito è la ricetta per preparare una ciaramicola pasquale morbida, profumata e buonissima, da servire per il pranzo di Pasqua e Pasquetta.

Se stai cercando idee per il tuo menù di Pasqua, scopri anche la mia raccolta con più di 50 ricette per Pasqua da fare a casa.

Ciaramicola umbra: ricetta per stampo da 25-26 cm alto)

Per la base

  • 450 grammi di farina
  • 250 grammi di zucchero
  • 100 grammi di burro
  • Buccia di 1 limone grattata
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 2 uova
  • 1 bicchierino di alchermes
  • Per la copertura

  • 3 albumi
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • Confettini colorati o frutta secca
  • Ciaramicola umbra: ricetta

    1. Sbattere la farina con le uova, lo zucchero, il burro tagliato a dadini e ammorbidito, la buccia del limone, il lievito e alla fine aggiungere anche l’alchermes;
    2. Versare l’impasto in uno stampo a ciambella imburrato e infarinato. Cuocere a 180° per 30 minuti;
    3. Nel frattempo montare gli albumi a neve ferma con lo zucchero quindi una volta pronta sfornare la ciaramicola, lasciarla a temperatura ambiente per circa 5 minuti quindi spalmare tutta la meringa sul dolce facendo attenzione a non farla colare;
    4. Guarnire con i confettini e rimettere la ciaramicola in forno spento ma con lo sportello aperto per circa 5 minuti. Sfornare, lasciar raffreddare e servire.

    Tempo di preparazione: 1 ora

    Ciaramicola umbra: consigli e suggerimenti

    • Al posto dell’alchermes c’è chi usa rosolio e mistrà e c’è anche chi, proprio come si faceva ai tempi dei tempi, usa lo strutto al posto del burro;
    • Per dare ancora più colore all’impasto, puoi usare del colorante alimentare rosso o rosa;
    • Ai celiaci consiglio l’utilizzo di un mix di farina di mais e farina di riso per preparare la base;
    • La ciaramicola si mantiene benissimo per una settimana in un contenitore a campana e facendo attenzione a non far prendere aria alla base che altrimenti si secca e si indurisce;
    • Questa ciaramicola si può congelare intera o a fette prima di essere glassata o meringata e va scongelata a temperatura ambiente prima di essere riscaldata velocemente oppure servita direttamente;
    • Al posto della meringa, puoi preparare una glassa con acqua, albume e zucchero oppure con acqua, limone e zucchero e cospargere la superficie della ciaramicola una volta fredda. La glassa impiega più tempo per rassodarsi ma è più semplice sia da preparare che da spalmare.

    Se ti piace questo articolo condividilo!
    Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest
    Informazioni sull'autore
    Veruska Anconitano
    Veruska lavora come SEO Manager e Localization Project Manager. E' anche una giornalista iscritta all'ODG, premiata come World Best Food Travel Journalist e membro della British Guild of Travel Writers. E' diplomata come sommelier. E' la co-fondatrice di TheFoodellers e di altri siti.
    Website Linkedin Twitter
    151 persone hanno votato, media voti: 4.49. Vota anche tu!

    Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

    Ho letto e accettato la privacy policy.

    Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy