Home
Facebook Instagram Newsletter

Torta Pasqualina Ricetta Tradizionale e Originale

La torta pasqualina è una classica ricetta genovese che si prepara appositamente per Pasqua ed è tra le ricette più amate sia per il suo sapore sia perché può essere preparata in vista della Pasquetta e dei picnic primaverili, proprio come il casatiello napoletano.

La preparazione è molto semplice anche se lunga e a fare la differenza sono gli ingredienti che devono essere di primissima qualità: la ricetta originale prevede che si utilizzi prescinseua (quagliata genovese) che è molto difficile da trovare e per via del sapore può essere sostituito dallo stracchino o, come faccio io per alleggerirla un pochino, dalla ricotta.

Esiste da sempre una sorta di lotta tra chi sostiene che la vera pasqualina sia con la bieta, chi con i carciofi e chi con metà e metà: la realtà è che i carciofi un tempo erano una verdura molto costosa e per questo motivo vennero sostituiti con bieta o spinaci. Oggi, entrambe le versioni sono considerate tradizionali.

Secondo la tradizione dovrebbe essere preparata con 33 strati di pasta sfoglia proprio per celebrare i giorni di vita di Gesù; le uova, invece, simboleggiano la rinascita e sono un simbolo pasquale presente in moltissime ricette tipiche italiane per il periodo di Pasqua.

La ricetta della torta Pasqualina che ti presento io, è realizzata con meno strati ma il risultato è davvero eccezionale: la sfoglia in cottura diventa croccante sopra e morbida sotto, il ripieno si compatta per bene e le uova diventano sode, in modo tale che al taglio rivelino una sorpresa davvero piacevole.

Prova la mia ricetta della torta Pasqualina e portala a tavola insieme a tortano, colomba e tante altre ricette per Pasqua e Pasquetta.

Ingredienti per una torta da 23/25 cm

  • 400 grammi di farina bianca
  • 2 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
  • Sale
  • Acqua al bisogno
  • 500 grammi di bieta
  • 250 grammi di ricotta (o stracchino)
  • 9 uova
  • 5 cucchiai di parmigiano grattato
  • 4 cucchiai di pecorino grattato
  • Sale
  • Pepe
  • Noce moscata

Procedimento

  1. Impastare farina, olio, acqua e sale fino a formare una pasta compatta e senza grumi. Ricavarne 4 panettini della stessa dimensione e dello stesso peso e metterli a riposare coperti con un panno di cotone per un’ora.
  2. Preparare il ripieno cuocendo la bietta lavata e tagliata grossolanamente in una padella antiaderente senza acqua e a fuoco basso in modo che non perda sapore quindi una volta pronta eliminare l’acqua di cottura che si forma automaticamente e sminuzzare. Ripassare velocemente in padella con poco olio.
  3. Mescolare la bieta ripassata con 2 uova, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, 2 cucchiai di pecorino grattugiato, sale e pepe.
  4. In un’altra ciotola unire alla ricotta 3 uova, noce moscata a piacere, 3 cucchiai di parmigiano e 2 cucchiai di pecorino mescolando per bene in modo che il composto si amalgami per bene quindi aggiungere sale e pepe al bisogno. Unire i due composti e mescolare per farli amalgamare.
  5. Prendere i panetti di sfoglia, stenderli con un matterello su un piano infarinato quindi adagiarne due, uno sull’altro, sul fondo della tortiera oliata. Farli aderire bene in modo che non si formino bolle.
  6. Versare sulla sfoglia il composto livellando per bene in modo che la superficie resti liscia.
  7. Adagiare uno strato di sfoglia rimasto sulla superficie della torta facendolo aderire per bene quindi con le nocche della mano praticare 4 fossette (senza spingere troppo) e aprire le 4 uova rimaste all’interno di queste fossette.
  8. Chiudere la torta con l’ultimo strato di sfoglia, eliminare la pasta in eccesso e spalmare con olio extravergine di oliva. Infornare in forno caldo a 180°C per 50 minuti circa.

tempistiche

Tempo di preparazione: 4 ore

Tempo di cottura: 50 minuti

Tempo totale: 4.8 ore

Torta Pasqualina: consigli utili

  • La torta Pasqualina si conserva in frigorifero, coperta, per 3 giorni;
  • La si può congelare una volta cotta e fredda, tagliandola a fette per maggiore praticità. Per scongelarla, va lasciata in frigorifero e poi riscaldata in forno a temperatura medio-bassa.
  • Puoi semplificare la tua torta Pasqualina usando pasta sfoglia di ottima qualità, che la renderà più croccante e friabile;
  • Puoi usare un mix di spinaci e biete per il tuo ripieno: in questo modo avrai una crema molto saporita e adatta per il periodo primaverile;
  • Se vuoi preparare la Pasqualina con i carciofi, segui esattamente lo stesso procedimento ma al posto della bieta cuoci i cuori di carciofo in una padella con poco olio, sminuzzali quando sono freddi e uniscili al formaggio.

Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina. Se vuoi più informazioni contattaci.

Se ti piace questo articolo condividilo!
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest
127 persone hanno votato, media voti: 4.48. Vota anche tu!

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy