Pesto di melanzane

Se ti piace questo articolo condividilo!

Pesto di melanzane vuol dire mettere in barattolo l’estate e portarla dietro quando il tempo diventa brutto e si ha voglia di sole a tavola.

Nonostante lo si chiami pesto, in realtà quello a base di melanzane è una salsa dal momento che il termine pesto dovrebbe essere utilizzato solo ed esclusivamente per il pesto di basilico, quello classico genovese. Per convenzione lo chiamiamo pesto di melanzane, visto che la ricetta ricorda da vicino il più classico e verace al basilico.

La particolarità di questa salsa è il suo sapore peculiare, dovuto sia alle melanzane leggermente amare che alla presenza della menta, che rinfresca e rende questo condimento ideale sia per la pasta che per delle bruschette che da servire per l’insalata al posto dell’olio.

Come per tutte le ricette a base di melanzane, anche questa richiede che la verdura sia cotta così da perdere il suo peculiare sapore eccessivamente amaro e allo stesso tempo da diventare morbida per essere frullata insieme agli altri ingredienti.

Sotto la ricetta troverai alcuni consigli per mettere sottovuoto il tuo pesto e per prepararlo nel migliore dei modi.

Ingredienti per 4 persone/1 barattolino

  • 1 melanzana
  • 50 grammi di pistacchi sbucciati
  • 100 ml olio extravergine di oliva
  • 1 mazzo di menta
  • Parmigiano grattugiato
  • Sale al bisogno

Procedimento

  1. Sciacquare e asciugare la melanzana senza tagliarla. Sistemarla su una teglia coperta di carta forno e metterla in forno per 30 minuti a 180°; toglierla dal forno una volta diventata morbida. Lasciarla raffreddare.
  2. Eliminare buccia e semi dalla melanzana, tagliarla grossolanamente e sistemarla dentro un frullatore insieme ad olio, menta, sale, il formaggio e pistacchi.
  3. Azionare il frullatore e frullare ad intermittenza per spezzare i pistacchi. Una volta spezzati i pistacchi, frullare fin quando non si otterrà una crema morbida. Se necessario, aggiungere olio o acqua così da evitare che la crema sia grumosa.

Tempo di preparazione: 1 ora

Come conservare il pesto di melanzane nei barattoli

Se è vero che la ricetta è davvero semplicissima e può essere preparata al volo anche in estate, è anche più vero che conservare il pesto di melanzane così da usarlo per l’inverno potrebbe essere una mossa saggia. Ecco per te alcuni consigli su come conservare il pesto di melanzane nei barattoli:

  • Sterilizzare i barattoli seguendo queste indicazioni;
  • Una volta freddi, versare il pesto freddo, coprire la superficie con olio e chiudere immediatamente in modo da creare il sottovuoto ed evitare infiltrazione di batteri;
  • Sistemare in un luogo buio e non caldo, lasciando i barattoli chiusi per almeno una settimana dalla preparazione;
  • Una volta aperti, i vasetti vanno tenuti in frigorifero e consumati entro e non oltre 3 giorni dall’apertura, avendo cura di aggiungere olio in superficie per evitare che si formino muffe.

Altri consigli per il tuo pesto di melanzane

  1. Puoi usare un frullatore ad immersione, facendo attenzione che le lame non scaldino troppo gli ingredienti;
  2. Puoi sostituire i pistacchi con delle mandorle, che vanno tostate in padella così da essere più aromatizzate;
  3. Puoi congelare il tuo pesto nelle formine per il ghiaccio oppure in contenitore monodose: ti basterà, al bisogno, tirarlo fuori la sera prima e lasciarlo scongelare in frigorifero, pronto per essere poi utilizzato sulla pasta o per qualsiasi altra preparazione (se necessario, una volta scongelato aggiungere olio).
Se ti piace questo articolo condividilo!

Categorie: Ricette estive, Ricette melanzane, Ricette siciliane, Ricette sughi per pasta, Salse e condimenti
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina

Categorie

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Articoli più popolari

Amatriciana ricetta originale di Amatrice
Besciamella ricetta veloce e semplice
Bucarest cosa vedere e dove mangiare
Caponata siciliana ricetta originale
Come fare la focaccia genovese a casa con la ricetta originale
Crema Pasticcera Ricetta Classica
Cremor tartaro, cos'è, come si usa
Crostata di frutta fresca con crema pasticcera
Dove mangiare a Roma tipico
Fiori di zucca ripieni fritti o al forno ricetta semplice e veloce
Frittelle dolci veloci e semplici senza lievitazione
Gnocchi alla romana ricetta originale
Gnocchi di patate fatti in casa ricetta della nonna
Limoncello Ricetta Perfetta
Melanzane fritte: ricetta e trucchi per friggerle in tre modi
Muffin al cioccolato ricetta facile e veloce
Nocino fatto in casa ricetta originale
Organizzare un viaggio in Irlanda: consigli e dritte imperdibili
Pancakes proteici ricetta facile e veloce
Pancakes ricetta originale americana
Panzanella toscana ricetta originale
Pasta al Forno Bianca Ricetta Veloce Cremosa
Pasta al Forno Ricetta Classica Semplice
Pasta alla carbonara, ricetta originale
Pasta alla zozzona ricetta romana originale
Pasta Frolla Ricetta Originale e Semplice della Nonna
Pasticciotto leccese ricetta originale della nonna
Peso alimenti crudi e cotti: la guida con la tabella completa
Pinsa romana: ricetta, impasto e informazioni
Pizza napoletana fatta in casa ricetta
Polpette alla romana al sugo, ecco la ricetta
Ricetta Biscotti Semplici e Veloci
Ricetta Cheesecake Arcobaleno Fredda
Ricetta Cheesecake Philadelphia Senza Cottura
Ricetta crepes dolci e salate
Ricetta pane fatto in casa
Ricetta Spaghetti Cacio e Pepe Originale Romana
Ricetta Torta al Limone e Mandorle
Spritz, la ricetta originale
Supplì di riso, ricetta originale da Roma
Tabella conversione unità di misura americane in cucina
Tiramisù ricetta originale della nonna
Torta di Mele Ricetta Classica della Nonna
Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy