Pasta alla Norma ricetta originale siciliana

Se ti piace questo articolo condividilo!

Pasta alla Norma: un nome, una garanzia in estate, grazie al suo sapore deciso e alla sua estrema riconoscibilità. Con il caldo è tempo di melanzane e pomodori rossi da cui ricavare una bella passata e quindi, per proprietà transitiva, di pasta alla Norma: pochi ingredienti, poca fatica e tanta tanta resa se gli ingredienti scelti sono freschi e di ottima qualità per una ricetta tradizionale che fa sempre effetto.

Pasta alla Norma: le origini

Il nome Norma si dice sia dovuto all’omonima opera di Vincenzo Bellini, considerata la più bella della sua intera produzione. A paragonare questo piatto alla Norma di Bellini pare sia stato Nino Martoglio, scrittore e poeta siciliano, ed è da allora che il piatto ha preso questo nome.

La vera pasta alla Norma siciliana, quella che arriva da Catania, è preparata usando melanzane fritte, pomodoro, basilico e ricotta salata di pecora; alcuni sostituiscono la ricotta salata di pecora con della ricotta affumicata, ma la ricetta tradizionale richiede che si usi solo la classica di pecora. Puoi anche condire la pasta appena scolata con la ricotta salata e poi aggiungere il sugo e le melanzane.

Puoi variare provando questa ricetta ma non chiamarla Norma, mi raccomando!

Per preparare le melanzane fritte da usare per la pasta alla Norma, puoi seguire le mie indicazioni che trovi qui.

Ti lascio la mia ricetta della Pasta alla Norma originale siciliana, da preparare questa estate per far piacere a tutti.

Ingredienti per 4 persone

  • 300 grammi di pasta
  • 3 melanzane grandi
  • 2 spicchi di aglio
  • 500 grammi di pomodori pelati
  • 8/10 foglie di basilico fresco
  • 100 grammi di ricotta salata
  • sale
  • pepe
  • olio per friggere

Procedimento

  1. Tagliare le melanzane a fettine, cospargerle con il sale e lasciarle scolare per 40 minuti.
  2. Nel frattempo preparare la salsa al pomodoro facendo prima di tutto dorare l’aglio e poi aggiungere i pelati lasciando cuocere a fuoco basso per circa 15 minuti. Aggiungere metà delle foglie di basilico fresche e lasciar riposare.
  3. Friggere le melanzane scolate e tamponate in abbondante olio per frittura quindi scolarle e lasciarle freddare su un foglio di carta assorbente.
  4. Lessare la pasta al dente in acqua salata e nel frattempo grattare la ricotta. Scolare la pasta al dente, versarla nel sugo e far saltare per un paio di minuti.
  5. Aggiungere le melanzane.
  6. Impiattare aggiungendo la ricotta salata grattata e le foglie di basilico restanti.

tempistiche

Tempo di preparazione: 1.2 ore

Tempo di cottura: 10 minuti

Tempo totale: 1.3 ore

Pasta alla Norma: consigli

  • La pasta alla Norma richiede che si usi solo ed esclusivamente pasta corta: lo scopo è infatti di fare in modo che il condimento penetri ovunque così che il sapore sia sempre presente;
  • Anche se la pasta fresca ti tenta, non usarla mai per la Norma: usa pasta secca di ottima qualità, possibilmente rigata. La secca, infatti, assorbe meglio il condimento e tiene meglio la cottura in questo caso;
  • Il sugo va preparato usando i pelati e mai i pomodori freschi, anche se ne abbiamo di ottima qualità: infatti i pomodori freschi rischiano di rilasciare troppa acqua e per questo motivo possono rendere il sugo troppo poco consistente;
  • Le melanzane vanno sempre fritte e mai grigliate: la Norma non è un piatto leggero e non nasce per essere dietetico. La melanzana fritta garantisce un sapore intenso e non viene mai coperta dal sugo;
  • Le melanzane non vanno mai mescolate al sugo ma aggiunte a fine cottura, quando la pasta e il sugo sono stati già mescolati;
  • La ricotta salata non va mai sostituita o rimpiazzata: il sapore peculiare e la consistenza delicata bilanciano perfettamente il sugo, rendendolo unico;
  • La pasta alla Norma si conserva in frigorifero per un paio di giorni, chiusa in un contenitore ermetico;
  • Se avanza, puoi riscaldarla in forno aggiungendo pochissima acqua oppure trattandola come fosse un timballo o una pasta al forno, aggiungendo dunque del formaggio.

Posso preparare la pasta alla Norma al forno?

E’ possibile preparare la Norma al forno, sebbene non si tratti della modalità classica e tradizionale. Basta preparare il sugo come descritto sopra quindi cuocere la pasta molto al dente e condirla, aggiungendo anche le melanzane. Metti tutto dentro una pirofila e cuoci per 15 minuti a 180°C; solo a fine cottura aggiungi la ricotta salata che resterà cruda e contribuirà al sapore peculiare di questa Norma al forno.

La variante della pasta alla Norma: la lasagna

Per portare in tavola i sapori della pasta alla Norma in una veste differente, puoi preparare una lasagna alla Norma. Prepara il sugo esattamente come quello della Norma classica aggiungendo le melanzane fritte direttamente nella salsa e nello stesso tempo prepara la besciamella. Una volta che i due condimenti sono pronti, componi la lasagna alternando sfoglie di pasta all’uovo, sugo con le melanzane, besciamella e uno strato di ricotta salata; forma almeno tre stati completi e completa con la ricotta salata quindi cuoci in forno per 20 minuti a 200°C. Una volta pronta, lascia riposare la lasagna per circa 15 minuti fuori dal forno in modo che i condimenti non si disperdano.

Se ti piace questo articolo condividilo!
Vota questo post

Categorie: Ricette, Ricette estive, Ricette melanzane, Ricette primi piatti, Ricette primi piatti veloci, Ricette siciliane
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina
Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Socializziamo

Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy