Zucca, proprietà, benefici e caratteristiche

Se ti piace questo articolo condividilo!

Amo in maniera incondizionata la zucca, che si sappia. Mi piace la sua consistenza, il suo colore, la sua rotondità e mi piace il fatto che sia stagionale: è uno di quei prodotti che quando non c’è ti manca e quando c’è, siccome dura relativamente poco, ne fai incetta per non sentirne troppo la mancanza nei mesi successivi. Con l’arrivo dell’autunno iniziano a trovarsi zucche ovunque quindi ho deciso di dedicare a questo fantastico ortaggio un post apposito, perchè chiaramente se ne sentiva il bisogno vero? 😀

STAGIONALITA’: piantata verso marzo/aprile, la zucca inizia ad essere buona dai primi giorni di settembre ma raggiunge la piena maturazione verso la fine del mese.

ACQUISTO: per godere del suo sapore la zucca deve essere fresca, soda e matura e quando la si acquista intera è bene dare un colpetto sulla parte esterna e sentire il rumore che fa. Un rumore sordo, come di vuoto, indica che la zucca è matura ed è pronta per essere mangiata; insieme al rumore bisogna esaminare anche il picciolo che in una buona zucca è attaccato saldamente e abbastanza grande e la buccia esterna che non deve essere ammaccata. Spesso la si acquista a tranci per evitare che venga sprecata e in questo caso è bene fare attenzione a quanto e se è asciutta: un trancio visibilmente “ammosciato” va lasciato dove lo avete trovato 😀 perchè il suo sapore, se ne avrà, sarà uguale a quello di un bicchiere d’acqua;

CONSERVAZIONE: la zucca è talmente versatile che si puo’ consumare subito, congelare o conservare intera. Se la vuole consumare subito è bene metterla in frigorifero avvolta da carta trasparente e consumarla entro un paio di giorni per evitare che si secchi mentre se la si vuole congelare basta pulire per bene la buccia, tagliare la zucca a dadi e sbollentarla per un paio di minuti. I temerari amano conservare le zucche intere dentro stanze buie per portarle a maturazione completa e mangiarle fino a gennaio/febbraio ma occhio perchè si rischia che diventino più grandi della stanza che le ospita 🙂

PREPARAZIONE e UTILIZZO IN CUCINA: solitamente si elimina la parte esterna, si eliminano tutti i semi e si utilizza la polpa ma è possibile anche mangiare la buccia dopo averla lavata per bene.

PROPRIETA’: la zucca ha tantissime proprietà che la rendono, non necessariamente in questo ordine, leggera, sana e nutriente. La polpa della zucca contiene carotenoidi e mucillagini che fanno bene alla pelle e all’organismo mentre i semi sono una tra le parti più ricche di oli visto che contengono olii grassi, melene e fitolecitina che fanno bene all’organismo.

BENEFICI: la zucca aiuta a disintossicarsi grazie al suo effetto diuretico ed è utilizzata anche come vermifugo nel caso si soffra di verme solitario (lo so che dopo questa frase vi sta venendo un conato, ma esiste davvero, credetemi!). Aiuta ad alleviare/prevenire le infiammazioni della pelle e i problemi alle vie urinarie nonchè i problemi gastro-intestinali.

CONTROINDICAZIONI: pare non ce ne siano, tranne nei casi in cui si è allergici a questo ortaggio o a qualche sua componente.

CURIOSITA’: la zucca, svuotata della sua polpa, viene spesso utilizzata a mo’ di contenitore. Parlo della zucca varietà Lagenaria che contiene pochissima polpa e una buccia dura come i sassi. Non solo durante Halloween quando diventa la “casa” di lumini, luci ed intarsi vari ma anche per esempio come modo per conservare il vino o anche semplicemente come decorazione o ancora, ma qua siamo nel patologico, come contenitore da utilizzare in cucina una volta seccato e dunque completamente disidratato.

Se ti piace questo articolo condividilo!

Categorie: Scuola di cucina
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina

Categorie

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Articoli più popolari

Pinsa romana: ricetta, impasto e informazioni
Torta di mele ricetta classica della nonna
Pancakes proteici ricetta facile e veloce
Limoncello Ricetta Perfetta
Ricetta Cheesecake Philadelphia Fredda
Pasta al Forno Ricetta Classica Semplice
Pasta al Forno Bianca Ricetta Veloce Cremosa
Dove mangiare a Roma tipico
Besciamella ricetta veloce e semplice
Gnocchi alla romana ricetta originale
Ricetta Torta al Limone e Mandorle
Cremor tartaro, cos'è, come si usa
Ricetta Biscotti di Pasqua Decorati
Ricetta Biscotti Semplici e Veloci
Ricetta Castagnole Morbide Fritte e al Forno
Ricetta pane fatto in casa
Ricetta Cheesecake Arcobaleno Fredda
Peso alimenti crudi e cotti: la guida con la tabella completa
Amatriciana ricetta originale di Amatrice
Bucarest cosa vedere e dove mangiare
Pancakes ricetta originale americana
Pasta alla carbonara, ricetta originale
Organizzare un viaggio in Irlanda: consigli e dritte imperdibili
Frittelle dolci veloci e semplici senza lievitazione
Tiramisù ricetta originale della nonna
Gnocchi di patate fatti in casa ricetta della nonna
Ricetta Spaghetti Cacio e Pepe Originale Romana
Tabella conversione unità di misura americane in cucina
Pizza napoletana ricetta originale semplice
Come fare la focaccia genovese a casa con la ricetta originale
La ricetta facile e veloce dei muffin al cioccolato
Crostata di frutta fresca con crema pasticcera
Ricetta pasta frolla originale della nonna
Ricetta crema pasticcera classica
Supplì di riso, ricetta originale da Roma
Polpette alla romana al sugo, ecco la ricetta
Ricetta crepes dolci e salate
Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy