Pringles Multigrain: il baffetto che non perde il vizio di piacere

Se ti piace questo articolo condividilo!

Premetto subito una cosa: questo è un post sponsorizzato, cioè non è un post pagato in soldoni ma in tre pacchi di tubi Pringles che il paziente (non nel senso di Dottore Dottore, ma proprio nel senso di infaticabile 🙂 ) Donato qualche settimana fa mi ha fatto avere per testarle, consapevole che mai avrei detto di no ad un regalo di questo tipo 🙂

I tre tubi di Pringles che la Cuochina ha assaggiato sono Classic, Paprika e Sour Cream & Onion nella variante Multigrain ovvero con l’aggiunta di farina di riso, farina di granturco, farina di malto d’orzo e semola di grano alla base classica.

Il parere? Positivissimo sulla versione Classic, che acquista un sapore più ricco e corposo grazie alla presenza del mix di cereali, positivo sulle versioni Paprika e Sour Cream & Onion ma solo per un gusto personale che mi porta a non amare molto i sapori forti della paprika e della cipolla; peraltro in quel di Dublin le versioni Paprika e soprattutto Sour Cream & Onion vanno alla grandissima.

E se la confezione regalo da sola valeva “il prezzo del biglietto” 🙂 purtroppo devo rivolgere una critica (non sarò di certo l’unica ne sono certa!) ai produttori delle Pringles: il tubo è bello, è fashion, è figo ma lo sapete quanto è scomodo quando, magari in macchina e stressati dal traffico, si deve cercare di agguantare l’ultima patatina rimasta e lo si deve fare con una mano/braccio che nel tubo non ci entrano proprio?

Il problema è che alla quinta patatina diventa impossibile prenderne altre dal tubo senza inclinarlo rischiando di farle cadere tutte a terra e senza capovolgerlo per sistemare le patatine su un piatto o su un piano “normale”… insomma, amici della Pringles perchè non trovate uno stratagemma così ci evitate l’esaurimento nervoso ogni volta che ci viene la voglia di mangiarci delle patatine? 🙂

Postillina: pur essendo stata invitata alla serata di presentazione delle Multigrain per ovvi motivi non sono potuta andare ma se volete potete leggere il racconto di Tania che c’era 🙂

Se ti piace questo articolo condividilo!

Categorie: Eventi, Shopping
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina

Categorie

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Articoli più popolari

Pinsa romana: ricetta, impasto e informazioni
Torta di mele ricetta classica della nonna
Pancakes proteici ricetta facile e veloce
Limoncello Ricetta Perfetta
Ricetta Cheesecake Philadelphia Fredda
Pasta al Forno Ricetta Classica Semplice
Pasta al Forno Bianca Ricetta Veloce Cremosa
Dove mangiare a Roma tipico
Besciamella ricetta veloce e semplice
Gnocchi alla romana ricetta originale
Ricetta Torta al Limone e Mandorle
Cremor tartaro, cos'è, come si usa
Ricetta Biscotti di Pasqua Decorati
Ricetta Biscotti Semplici e Veloci
Ricetta Castagnole Morbide Fritte e al Forno
Ricetta pane fatto in casa
Ricetta Cheesecake Arcobaleno Fredda
Peso alimenti crudi e cotti: la guida con la tabella completa
Amatriciana ricetta originale di Amatrice
Bucarest cosa vedere e dove mangiare
Pancakes ricetta originale americana
Pasta alla carbonara, ricetta originale
Organizzare un viaggio in Irlanda: consigli e dritte imperdibili
Frittelle dolci veloci e semplici senza lievitazione
Tiramisù ricetta originale della nonna
Gnocchi di patate fatti in casa ricetta della nonna
Ricetta Spaghetti Cacio e Pepe Originale Romana
Tabella conversione unità di misura americane in cucina
Pizza napoletana ricetta originale semplice
Come fare la focaccia genovese a casa con la ricetta originale
La ricetta facile e veloce dei muffin al cioccolato
Crostata di frutta fresca con crema pasticcera
Ricetta pasta frolla originale della nonna
Ricetta crema pasticcera classica
Supplì di riso, ricetta originale da Roma
Polpette alla romana al sugo, ecco la ricetta
Ricetta crepes dolci e salate
Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy