Mangiare a Dublino: The Merchant’s Arch in Temple Bar

Se ti piace questo articolo condividilo!

merchant dublin

Con l’arrivo di luglio a Dublino sono arrivati, più che negli altri mesi, anche i turisti e ci aspetta la solita orda ad agosto quando tra Hogan in bella vista, Birkenstock coi calzini, cappelli con il ventilatore (vi ricordo che qua siamo a 13° in estate!!!) e cartine aperte a casola città sarà letteralmente invasa. Quindi, per chi ci vive, si pone il solito problema: dove mangiare a Dublino, in centro, senza soffrire per l’invasione degli alieni e perdere il proprio stipendio? L’ultima scoperta, sorprendente, è il Merchant’s Arch, in pieno centro.

Il posto è stato aperto qualche mese fa e si trova nel tunnel che conduce dentro Temple Bar, la zona più turistica della città, per cui ogni volta che passavo di lì i ritrovavo a pensare “no, non ci vengo nemmeno sotto tortura perchè sarà pieno di turisti e si mangerà male” e invece alla fine, convinta senza peraltro neanche troppa fatica (la curiosità è donna, sempre 😀 ), ho accettato la sfida contro la sorte. E ho vinto 😀

Ambiente: il Merchant’s Arch si divide in due aree, la zona bar al piano terra cui si accede direttamente dal lungofiume e la zona ristorante, all’ultimo piano di questo palazzetto antico che affaccia fantasticamente sul fiume Liffey e sulla vita che scorre sotto. Il ristorante è semplicissimo, pareti bianche, soffitto altissimo e mobilio scuro con i tavoli da due che, come nella migliore tradizione irlandese, sono abbastanza attaccati; non preoccupatevi perchè nessuno guarderà mai cosa state mangiando nè si sognerà di ascoltare cosa state dicendo, a meno che al tavolo accanto al vostro non siedano dei francesi o degli italiani che, incuranti del fatto che potrebbe esserci qualche loro connazionale nei pressi (che si mimetizza, sia chiaro 😀 ), spara giudizi a voce alta. Non lo definirei moderno nè classico ma la solita via di mezzo e non a caso la clientela non è nè da gran ballo nè da sessione pomeridiana di ginnastica al parco: siamo nella media ma vi avviso che qua i turisti ci sono, perchè è ovvio che ci siano 😀

Cibo: siamo decisamente nell’ambito del cibo tradizionale, senza grandi rivisitazioni e senza grandi aggiustamenti. Al Merchant’s se volete il fish&chips avrete un fish&chips originale, serio, ben fritto e saporito; se ordinate una bistecca vi arriverà una steak originale, cotta al punto giusto, saporita, con le patatine di contorno e le cipolline stufate accanto; se scegliete la Beef and Guinness Pie non vi sarà servita una sfoglia molliccia ripiena di qualcosa simile alle interiora di gatto (prerogativa di molti luoghi turistici di questa città) ma un vero e succulento piatto al quale è difficile resistere. Parliamo dei dolci, visto che non lesiniamo mai su questo aspetto 😀 L’apple crumble è una tra le migliori che io abbia mai mangiato e il gelato alla vaniglia la rende più appetitosa e gustosa permettendo alla cannella e alle mele di emergere prepotentemente. Non mancano le birre e si va dalla classica e immancabile Guinness alla Heineken al sidro oltre ad una selezione di vini davvero interessante (sempre calcolando che in Irlanda di vino ne sanno poco 😀 ).

Prezzi: ebbene, udite udite ma siamo nella media nonostante il Merchant’s sia in pieno Temple Bar. Una Sirloin Steak, la bistecca, costa 22 euro ma il piatto è ricchissimo di verdure e contorno mentre il Beer Battered Fish & Chips ne costa 13 e se pensate che da asporto, in uno dei fishandchipsarri (licenza della Cuochina 😀 ) che trovate in giro, ve lo vendono a 9 euro e passa direi che ci siamo. Come da tradizione dublinese (non chiedetemi perchè, sto indagando 😀 ), i dolci non sono economicissimi, 6-7 euro di media, ma la spesa vale l’impresa 😀 E sempre come da tradizione, c’è l’opportunità di usufruire del Merchants Arch Early Bird Menù che permette, mangiando prima delle 19, di scegliere due portate per 17.50 euro e tre portate per 21.50 euro, bevande escluse. Se poi volete mangiare cibo cosidetto pub-grub, ovvero veloce e indolore, scendete al piano di sotto e al bar potrete soddisfare la vostra fame spendendo qualcosina di meno.

The Merchant’s Arch
48 / 49 Wellington Quay
Dublin 2
http://www.merchantsarch.ie
Orari apertura ristorante
Lunedì-Venerdì: 18-22.30
Sabato-Domenica: 10-22
Orari apertura bar
Lunedì-Sabato: 9-00.30
Domenica: 10-00.00

Postillina: a onor del vero devo dire che in pieno centro a Dublino ci sono dei ristoranti fantastici dove anche la popolazione irlandese si ritrova senza farsi alcun problema e dove i prezzi sono onesti pur essendo in zone turistiche. Ve ne parlerò piano piano ma scordatevi Roma dove se vi trovate a mangiare in centro o in zone turistiche vi conviene farvi il segno della croce pure se non siete credenti nella speranza di uscirne vivi!

Se ti piace questo articolo condividilo!

Categorie: Shopping, Viaggi
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina

Categorie

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Socializziamo

Articoli più popolari

Pinsa romana: ricetta, impasto e informazioni
Torta di mele ricetta classica della nonna
Pancakes proteici ricetta facile e veloce
Limoncello Ricetta Perfetta
Ricetta Cheesecake Philadelphia Fredda
Pasta al Forno Ricetta Classica Semplice
Pasta al Forno Bianca Ricetta Veloce Cremosa
Dove mangiare a Roma tipico
Besciamella ricetta veloce e semplice
Gnocchi alla romana ricetta originale
Ricetta Torta al Limone e Mandorle
Cremor tartaro, cos'è, come si usa
Ricetta Biscotti di Pasqua Decorati
Ricetta Biscotti Semplici e Veloci
Ricetta Castagnole Morbide Fritte e al Forno
Ricetta pane fatto in casa
Ricetta Cheesecake Arcobaleno Fredda
Peso alimenti crudi e cotti: la guida con la tabella completa
Amatriciana ricetta originale di Amatrice
Bucarest cosa vedere e dove mangiare
Pancakes ricetta originale americana
Pasta alla carbonara, ricetta originale
Organizzare un viaggio in Irlanda: consigli e dritte imperdibili
Frittelle dolci veloci e semplici senza lievitazione
Tiramisù ricetta originale della nonna
Gnocchi di patate fatti in casa ricetta della nonna
Ricetta Spaghetti Cacio e Pepe Originale Romana
Tabella conversione unità di misura americane in cucina
Pizza napoletana ricetta originale semplice
Come fare la focaccia genovese a casa con la ricetta originale
La ricetta facile e veloce dei muffin al cioccolato
Crostata di frutta fresca con crema pasticcera
Ricetta pasta frolla originale della nonna
Ricetta crema pasticcera classica
Supplì di riso, ricetta originale da Roma
Polpette alla romana al sugo, ecco la ricetta
Ricetta crepes dolci e salate
Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy