La ricetta del korma di pollo indiano

Se ti piace questo articolo condividilo!

Io sono notoriamente conosciuta come “donna tonno” e “donna pollo” oltre che “donna cioccolata”: potrei vivere di questi tre ingredienti, cibarmi senza ritegno di pollo, tonno in scatoletta e cioccolata e volendo, in casi estremi, anche mischiarli perché non credo si scioccherebbero a finire tutti insieme nello stomaco (non scappate, dai!!). Per questo l’amore per la cucina indiana è reso ancora più forte dalla presenza di un quantitativo incredibile di cibi a base di pollo come uno dei più famosi, il korma di pollo o chicken korma. Come molti dei piatti indiani è molto ricco e tra gli ingredienti, oltre alle spezie, annovera la panna che aiuta la carne a diventare come deve diventare. Ovvero tenerissima, di quelle che “si tagliano con un grissino” 😀 e soprattutto saporita e delicata al punto tale da poter contrastare benissimo con il sapore della salsa, decisamente particolare per i nostri palati occidentali ma che se assaggiata fa innamorare seriamente.

Non è una ricetta complessa ma richiede un po’ di tempo perché il pollo va marinato nella salsa allo yogurt e la tradizione dice che più lo si lascia marinare e più buono è il risultato finale; gli ingredienti si trovano nei supermercati grandi o anche nei negozi orientali/asiatici o in erboristeria.

Esiste anche la versione con l’agnello del korma ma cambia qualche ingrediente e quindi cambia anche il sapore (e la pesantezza); ne riparliamo di questa ricetta perché vale la pena provarla anche per vedere la differenza con il korma di pollo.

Cosa serve per 4 porzioni
8 fettine di petto di pollo tagliate abbastanza alte
300 grammi di yogurt bianco senza zucchero
50 grammi di ghee (o burro in mancanza di questo ingrediente)
100 ml di panna fresca non montata
1 spicchio di aglio
2 cipolle piccole
una manciata di mandorle tritate
3 cm di zenzero fresco
1 cucchiaino di mix di spezie garam masala
1 cucchiaino di sale fino
2 cucchiaini di semi di senape
2 cucchiaini di cumino
1 cucchiaio di curcuma
semini di 2 bacche di cardamomo
1 manciata di menta
1 manciata di prezzemolo
2 foglie di alloro fresco
pepe nero al bisogno
250 ml di acqua calda

Come si fa
1. Tagliare il pollo a dadi abbastanza grandi e metterlo dentro una ciotola capiente. Preparare la salsa per la marinatura mescolando lo yogurt, l’aglio sminuzzato, una cipollina sminuzzata, il sale, il garam masala e le mandorle tritate. Versare la marinatura nella ciotola con il pollo, mescolare per bene quindi lasciar marinare per almeno 3 ore in frigorifero.
2. Una volta passate le tre ore togliere il pollo dal frigorifero e iniziare a prepare la base del korma affettando sottilmente la cipolla rimasta e mettendola a cuocere nel ghee (o nel burro) fino a quando non diventa marroncina (non bruciata).
3. Togliere le cipolle dalla padella e, senza eliminare il grasso di cottura, metterle in una ciotolina quindi macinare i semi di cumino, curcuma e senape più la menta e il prezzemolo tagliati anche loro.
4. Versare il pollo nella padella delle cipolle e lasciar cuocere per circa 6-7 minuti quindi aggiungere circa 150 ml di acqua calda, le cipolle preparate in precedenza e tutte le spezie macinate più prezzemolo e menta. Lasciar cuocere per una ventina di minuti o comunque fino a quando l’acqua non si ritira quasi del tutto.
5. Aggiungere la panna fresca e lasciar cuocere per altri 15 minuti quindi versare nella pentola 100 ml di acqua calda e lasciar cuocere per altri 10-12 minuti.
6. Aggiungere il cardamomo, il pepe nero macinato e l’alloro spezzato quindi lasciar andare per altri 20 minuti o fin quando la salsa non diventa molto cremosa e la carne non diventa tenerissima. Servire caldo accompagnandolo con riso o pane indiano.

Tempo di preparazione: 1.30 h + la marinatura iniziale

Risultato: a me piace tantissimo perché è speziato ma non eccessivo, profuma di estate ed è morbidissimo e tenerissimo.

Variante: potete usare yogurt al posto della panna anche se non è previsto nella variante originale.

Consiglio: secondo me va preparato e mangiato perché se lo si lascia da parte una volta cotto perde molto del suo sapore. L’idea in più è di lasciare il pollo nella marinatura fin quando non si decide di cuocerlo sempre perché più viene marinato e più buono è.

Se ti piace questo articolo condividilo!

Categorie: Ricette secondi piatti
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina

Categorie

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Articoli più popolari

Pinsa romana: ricetta, impasto e informazioni
Torta di mele ricetta classica della nonna
Pancakes proteici ricetta facile e veloce
Limoncello Ricetta Perfetta
Ricetta Cheesecake Philadelphia Fredda
Pasta al Forno Ricetta Classica Semplice
Pasta al Forno Bianca Ricetta Veloce Cremosa
Dove mangiare a Roma tipico
Besciamella ricetta veloce e semplice
Gnocchi alla romana ricetta originale
Ricetta Torta al Limone e Mandorle
Cremor tartaro, cos'è, come si usa
Ricetta Biscotti di Pasqua Decorati
Ricetta Biscotti Semplici e Veloci
Ricetta Castagnole Morbide Fritte e al Forno
Ricetta pane fatto in casa
Ricetta Cheesecake Arcobaleno Fredda
Peso alimenti crudi e cotti: la guida con la tabella completa
Amatriciana ricetta originale di Amatrice
Bucarest cosa vedere e dove mangiare
Pancakes ricetta originale americana
Pasta alla carbonara, ricetta originale
Organizzare un viaggio in Irlanda: consigli e dritte imperdibili
Frittelle dolci veloci e semplici senza lievitazione
Tiramisù ricetta originale della nonna
Gnocchi di patate fatti in casa ricetta della nonna
Ricetta Spaghetti Cacio e Pepe Originale Romana
Tabella conversione unità di misura americane in cucina
Pizza napoletana ricetta originale semplice
Come fare la focaccia genovese a casa con la ricetta originale
La ricetta facile e veloce dei muffin al cioccolato
Crostata di frutta fresca con crema pasticcera
Ricetta pasta frolla originale della nonna
Ricetta crema pasticcera classica
Supplì di riso, ricetta originale da Roma
Polpette alla romana al sugo, ecco la ricetta
Ricetta crepes dolci e salate
Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy