Spaghetti alla carrettiera, ricetta originale romana

Non esistono solo gricia e carbonara a Roma ma esiste una pasta che è tipica della cucina romanesca anche se la derivazione non è chiara: secondo alcuni è tipica di Roma, secondo altri è tipica del Lazio e secondo altri ancora è tipica di altre zone d’Italia. Parlo della pasta alla carrettiera, un primo piatto velocissimo e semplicissimo che proprio per questo ha un gusto una genuinità da manuale ed è adatta a chi ama il classico con brio.

E’ certa l’etimologia del nome “pasta alla carrettiera” che indica cioè il pasto consumato dai carrettieri, i conducenti dei carretti, che la preparavano in loco portandosi dietro ciò che gli serviva e che, nonostante il viaggio, non sarebbe andato a male; l’accostamento è di quelli arditi, funghi+tonno (ventresca nella versione originaria) ma funziona e molto bene.

La ricetta originale prevede che si utilizzino spaghetti ma qualcuno ci mette del suo e la prepara con le tagliatelle che però falsano il sapore originario data la presenza dell’uovo; vanno bene anche i bucatini ma lo spaghetto è la pasta per eccellenza per questo condimento.

Spaghetti alla carrettiera: ingredienti per 4 persone

400 grammi di spaghetti
100 grammi di ventresca di tonno
400 grammi di pelati
40 grammi di funghi
2 spicchi di aglio
1 peperoncino piccante
prezzemolo
olio extravergine di oliva
sale q.b.

Spaghetti alla carrettiera: ricetta

1. Pulire i funghi e affettarli sottilmente. Se utilizzate funghi secchi metterli in una ciotola con acqua fredda e lasciarli rinvenire per circa 20 minuti quindi scolarli.
2. Scaldare un po’ di olio in una padella e versare l’aglio, il peperoncino e il prezzemolo lasciando dorare il tutto.
3. Togliere l’aglio e aggiungere prima i funghi lasciando cuocere per 5 minuti quindi la ventresca sgocciolata lasciando cuocere per altri 5 minuti mescolando ogni tanto.
4. Aggiungere in padella i pelati tagliati a pezzetti e regolare di sale; cuocere per 15-20 minuti al massimo.
5. Cuocere la pasta in acqua salata e scolarla al dente quindi condirla con il sugo e servire.

Tempo di preparazione: 40 minuti

Risultato: buona e saporita, piccantina al punto giusto e goduriosa.

Variante: non so bene se si tratti di una variante o meno ma alcuni sostengono che la carrettiera contenga anche guanciale/pancetta da far rosolare nella padella prima di preparare il sugo.

Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina. Se vuoi più informazioni contattaci.

Se ti piace questo articolo condividilo!
113 persone hanno votato, media voti: 4.46. Vota anche tu!

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Socializziamo

Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy