Crumble di feta, erbette aromatiche e lamponi

Se ti piace questo articolo condividilo!

State morendo di caldo e non sapete cosa mangiare? Non siete gli unici e soprattutto preparatevi perchè l’estate non è ancora arrivata del tutto e i prossimi mesi saranno anche peggio. Insalate, torte salate fredde e frutta sono gli alimenti indicati in questi casi e se si riesce a combinarli ci si sazia mangiando sano e naturale. Uno dei piatti estivi che mi capita spesso di preparare è il crumble di feta, erbette aromatiche e lamponi.

Cosa serve per 2 persone
300 grammi di feta fresca
il succo di 1 limone
5 cucchiai di olio di oliva
una puntina di peperoncino in polvere
1 cipolla rossa piccola e tritata finemente
1 cucchiaio di menta
1 cucchiaio di prezzemolo
1 cucchiaio di timo
2 cucchiai di miele
4 cucchiai di lamponi tagliati.

Come si fa
1. Sbriciolare grossolanamente il formaggio e condirlo con il succo del limone e l’olio mescolando in modo che il condimento venga assorbito dalla feta.
2. Aggiungere le erbette aromatiche e il peperoncino e, dopo aver mescolato, aggiungere il miele e i lamponi tagliati a metà o in quattro parti prima di dare l’ultima girata e servire.

Tempo di preparazione: 4 minuti

Risultato: il lampone dolciastro si sposa benissimo con la feta e con il suo sapore neutro o tendente all’acidulo. La presenza del miele e del limone aggiunge un sapore agrodolce al piatto rendendolo davvero particolare.

Variante: lo so che il melograno non è un frutto propriamente estivo ma qua a Dublino si trova tutto l’anno visto che non siamo propriamente ai Caraibi 😀 e quindi mi torna utile per aromatizzare questo crumble per me visto che non posso usare i frutti rossi 😀

Variante 2: se avete voglia, potete sostituire il limone e l’olio con dell’aceto balsamico di ottima qualità che conferisce un aroma ancora più particolare all’insalata.

Consiglio: se decidete di preparare il crumble e portarvelo dietro per un picnic o per il pranzo di lavoro la cosa migliore da fare è lavare i lamponi, asciugarli per bene e NON tagliarli fino a quando non sarà ora di pranzo. In questo modo non perderanno il liquido e resteranno sodi e compatti senza annaffiare il formaggio e senza ammorbidirlo.

Se ti piace questo articolo condividilo!
Vota questo post

Categorie: Ricette, Ricette piatti unici
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina
Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Socializziamo

Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy