Home
Facebook Instagram Newsletter

Le Migliori Teglie per Pizza Fatta in Casa del 2021

Se è vero che l’impasto è l’elemento primario quando si parla di pizza, è anche vero che se non si usano delle teglie per pizza di ottima qualità il risultato finale potrebbe differire dalle aspettative. Scopriamo insieme quali sono i migliori modelli di teglie per pizza in vendita anche online su Amazon.

La scelta della teglia per preparare la pizza in casa è infatti più impegnativa di quel che sembra: bisogna infatti considerare vari elementi, primo tra tutti il materiale con cui è realizzata e che ha un impatto importante sia sulla cottura della pizza che sul suo sapore.

In questa guida vogliamo darti tutte le informazioni necessarie per acquistare una teglia per pizza fatta in casa da usare nel forno di casa. In più, una lista delle migliori teglie per pizza in commercio che non vuole essere una classifica ma un elenco utile da tenere in considerazione se devi acquistarne una.

Come scegliere la miglior teglia per pizza?

Scegliere la teglia per preparare la pizza deve richiedere quale riflessione per evitare di ritrovarsi con un oggetto di pessima qualità che invece di esaltare il sapore del nostro impasto va a rovinarlo. E’ per questo che nella scelta di questo accessorio da cucina devi considerare assolutamente tutti gli elementi di seguito.

1. Materiale

Il materiale è sicuramente l’elemento principale da considerare, proprio perché una cottura uniforme della pizza richiede che si utilizzi una teglia specifica. Questi sono i materiali più utilizzati e migliori:

1.1 Teglie per pizza in acciaio inox

L’acciaio è estremamente resistente e le teglie per pizza in questo materiale sono tra le più diffuse da chi vuole preparare la pizza in casa. Va però detto che si tratta di un materiale che conduce e trattiene poco calore, per cui il rischio è che la pizza non riesca a cuocersi uniformemente.

1.2 Teglie per pizza in alluminio

Sono molto utilizzate a livello casalingo, perché sono economiche e facilissime da pulire anche se nella maggior parte dei casi si opta per l’usa e getta. Presentano però uno svantaggio che può essere importante: sono abbastanza leggere e per questo motivo l’impasto rischia di attaccarsi al fondo o di bruciarsi. Se le si utilizza correttamente, sono estremamente versatili e garantiscono ottimi risultati.

1.3 Teglie per pizza in ferro blu

Le teglie in ferro blu sono paragonabili e paragonate a quelle professionali, ma il cui uso in casa è semplice e garantisce un risultato quasi sempre ottimale. Il ferro è un ottimo conduttore di calore e riesce anche a trattenere il calore rilasciato dal forno, facendo in modo che la pizza (e qualsiasi lievitato!) venga cotta correttamente e in maniera uniforme. Il vero svantaggio di queste teglie è la manutenzione visto che per evitare l’ossidazione non vanno mai lasciate bagnate e vanno sempre riposte in luoghi asciutti. L’utilizzo di questo tipo di teglie è possibile solo dopo le cosiddette “bruciature” che consistono nel cospargere la teglia di olio e metterla in forno ad un’altissima temperatura per 30 minuti. Una volta tolta dal forno, la teglia va fatta freddare e il trattamento va ripetuto per altre 7-8 volte, in modo da “abituare” la teglia.

2. Forma

La forma della teglia per la pizza non pregiudica il suo sapore per cui se utilizzare la rotonda o una rettangolare dipende dalle proprie preferenze.

3. Dimensione

Come per la forma, la grandezza della teglia dipende dalle necessità personali e da quanta pizza si deve sfornare. In media, una teglia da 20 cm è perfetta per le esigenze di due persone.

4. Spessore

Lo spessore della teglia è importantissimo per un risultato ottimale. Una teglia troppo spessa, infatti, non permetterà all’impasto di cuocersi correttamente. Allo stesso modo, una teglia troppo leggera potrà portare ad una cottura repentina ed eccessiva della pizza, che potrebbe anche restare cruda all’interno. In linea di massima, 1 cm di spessore è ideale.

5. Presenza di fori

Alcune delle più moderne teglie per pizza sono caratterizzate dalla presenza di fori sulla base. I fori possono essere più o meno larghi e lo scopo è garantire una migliore circolazione dell’aria calda che permette una cottura più veloce rispetto alle teglie chiuse. Va detto però che i fori possono seccare velocemente l’impasto proprio per via dell’eccessiva e veloce circolazione dell’aria e che è più probabile che la base si bruci.

6. Altezza dei bordi

Le teglie per pizza devono avere i bordi bassi, proprio per permettere la lievitazione del cornicione e allo stesso tempo per contenerla. Non solo, il bordo basso non blocca la circolazione dell’aria e in questo modo garantisce cottura uniforme sia sotto che sui lati.

7. Rivestimento antiaderente

Inutile dire che la teglia da pizza perfetta deve essere antiaderente. Questo limiterà le possibilità che l’impasto si attacchi sul fondo e sui lati oppure che, una volta pronta, la pizza sia troppo difficile da rimuovere.

Le 8 Migliori Teglie per Pizza

Sulla base delle considerazioni di cui sopra, ecco la lista delle migliori teglie da utilizzare per la pizza fatta in casa.

1. Teglia Ballarini Professionale in Ferro Blu

Questa teglia Ballarini è decisamente pensata per chi sta cercando un prodotto di ottima qualità ad un prezzo non eccessivo. E’ realizzata in ferro blu, dunque ideale per impasti lievitati di tutti i tipi, è lunga 40 cm e presenta gli angoli svasati per permettere al cornicione della pizza di salire senza uscire dai bordi.

2. Paderno Teglia Rettangolare in Ferro Blu

Esattamente come la Ballarini, anche questa di Paderno è una teglia professionale ma perfetta per preparare la pizza in casa. Si può utilizzare sia su forni elettrici che su forni a gas o ventilati. E’ lunga 28 cm e presenta bordi da 3 cm che permettono all’impasto di cuocersi correttamente senza uscire.

3. Relaxdays Teglie Rotonde Pizza Lega di Acciaio

Se stai cercando delle teglie per preparare la pizza rotonda e preferisci l’acciaio, queste di Relaxdays possono fare al caso tuo. Garantiscono la preparazione di 4 pizze da 33 centimetri l’una MA possono essere utilizzate fino ad un massimo di 250°, altrimenti rischiano di deformarsi. Da utilizzare con cautela per evitare che la pizza si bruci sotto. Ideali per le pizze croccanti alla romana.

4. Relaxdays 2 Teglie Forate per Pizza

Queste teglie forate da 32 centimetri sono perfette per impasti mediamente idratati che, grazie alla conducibilità del materiale e ai fori che permettono la circolazione dell’aria, possono essere cotti in maniera effettiva in pochi minuti. Come specificato sopra, questo tipo di teglie va maneggiato con cura perché le possibilità che la pizza si secchi troppo sono davvero altissime.

5. Home Stone Teglia Rotonda per Pizza

La teglia rotonda Home Stone ricorda da vicino la pietra refrattaria. Si caratterizza per un’alta conducibilità termica e un rivestimento antiaderente che non perde smalto neanche se la si utilizza per tanto tempo. Permette di preparare una pizza rotonda da 32 cm ed è ideale anche per gli impasti molto idratati.

6. Master Class Teglia Antiaderente per Pizza

La teglia Master Class presenta un diametro di 32 cm e permette di ottenere una pizza dalla base croccante, grazie al sistema a fori che garantisce la circolazione dell’aria calda. Priva di BPA e PTFE, questa teglia rotonda è perfetta per chi ama le pizze croccanti e per impasti meno idratati.

7. Velaze 2 Teglie da Forno in Acciaio Inox

Tra le teglie per pizza più amate e acquistate ci sono queste di Velaze realizzate in acciaio inossidabile, senza altri agenti chimici e lunghe 40 cm. I bordi medi permettono la cottura ottimale degli impasti a media-alta idratazione mentre lo spessore e la robustezza della teglia consentono alle pizze di cuocere in maniera omogenea e senza attaccarsi.

8. Teglia Agnelli Rettangolare Bassa in Alluminio

Pentole Agnelli è sempre sinonimo di qualità e questa teglia rettangolare in alluminio non fa differenza. Lunga 40 cm e con uno spessore di 3 cm, consente di cuocere pizze sia nel forno di casa che in un forno a legna, nel caso in cui se ne possieda uno. Non è antiaderente, per cui va oliata prima dell’utilizzo.

Teglie per Pizza: Domande Frequenti

Se hai domande relative alle teglie per pizza, abbiamo l’elenco di quelle più richieste di seguito con relativa risposta.

1. Come pulire le teglie della pizza?

In linea di massima, ogni tipologia di teglia richiede un trattamento diverso. Le teglie per pizza classiche, quelle in ferro, non possono essere messe in lavastoviglie e vanno assolutamente asciugate una volta lavate; in questo caso specifico, dovrebbero non essere lavate mai con detersivo per i piatti in modo da non inficiarne le caratteristiche. A parte questo caso, tutte le teglie per pizza possono essere lavate in lavastoviglie previo ammollo nel caso in cui ci siano residui; è buona norma non grattare la superficie con spugne abrasive o coltelli. Raccomandiamo comunque sempre di lavare tutti i tipi di teglie da pizza a mano e senza sapone così da mantenerne intatte le qualità ed evitare spiacevoli passaggi di sapori.

2. Come si bruciano le teglie in ferro blu?

La bruciatura serve per fare in modo che le teglie diventino totalmente antiaderenti. La bruciatura delle teglie in ferro è un’operazione semplice che richiede del tempo ma nessuna abilità particolare.

Questi sono i passaggi da effettuare:

  • Scaldare il forno alla massima potenza
  • Oliare la teglia sia dentro che fuori in maniera omogenea
  • Sistemare la teglia al rovescio nel forno caldo
  • Lasciare la teglia dentro il forno per circa 30 minuti
  • Togliere la teglia dal forno e lasciarla raffreddare del tutto
  • Ripetere l’operazione per 7-8 volte.

3. Meglio la teglia per pizza o la pietra refrattaria?

La pietra refrattaria sta prendendo sempre più piede anche nelle cucina di casa come rimpiazzo delle teglie per la preparazione della pizza. Il vantaggio della pietra è che permette una cottura velocissima e senza biscottare la pizza. Allo stesso tempo, richiede un impasto molto più idratato e morbido la cui umidità viene assorbita grazie al calore. E’ dunque ideale per le pizze alla napoletana con base fragrante ma non croccante. La teglia, invece, è perfetta per preparare la pizza con base croccante. Non esiste un metodo di cottura migliore dell’altro, dipende dalle preferenze personali e anche dalla dimestichezza con uno strumento di cottura o con l’altro.

4. Ogni quanto tempo va cambiata la teglia per la pizza?

La teglia per la pizza va cambiata nel momento in cui iniziano a notarsi graffi sulla superficie oppure quando, dopo la cottura, la pizza non si stacca correttamente come invece dovrebbe fare. E’ bene inoltre cambiarla nel caso in cui la pizza abbia un sapore particolare, non legato agli ingredienti o all’impasto.

5. Quanti minuti deve cuocere la pizza in un forno di casa?

La temperatura ideale è 240° su forno ventilato, per 25/30 minuti, su teglia. Ma, siccome ogni elettrodomestico è diverso e ogni impasto è diverso, temperatura e tempistiche possono variare sensibilmente.

6. E’ necessario usare una teglia per pizza?

Usare una teglia apposita per la pizza è fondamentale per ottenere un buon risultato. Una buona teglia per pizza ha il bordo non troppo alto, non è eccessivamente spessa ma neanche troppo leggera ed è realizzata in materiali che permettono la condizione del calore e una cottura omogenea. Utilizzare teglie non pensate per la pizza aumenta il rischio di ottenere risultati lontani da quelli desiderati. Dunque è bene avere a disposizione una teglia per pizza se si vuole preparare questa delizia tutta italiana in casa.

Ora che hai tutte le informazioni di cui avevi bisogno, puoi decidere quale teglia per pizza fatta in casa acquistare, come utilizzarla al meglio e come manutenerla per averla sempre come nuova.

[In questo articolo sono presenti collegamenti esterni con uno speciale codice di tracciamento. Ciò significa che potremmo ricevere una piccola commissione (senza alcun costo aggiuntivo per te) se acquisti qualcosa tramite questi link]

Se ti piace questo articolo condividilo!
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest
Informazioni sull'autore
Veruska Anconitano
Veruska è content marketer e digital strategist. E' anche una giornalista iscritta all'ODG, premiata come World Best Food Travel Journalist e membro della British Guild of Travel Writers. E' diplomata come sommelier. E' la co-fondatrice di TheFoodellers e di altri siti.
Website Linkedin Twitter
150 persone hanno votato, media voti: 4.51. Vota anche tu!

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Ho letto e accettato la privacy policy.

Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy