Home
Facebook Instagram Newsletter

La faraona speziata e ripiena per Natale

Se amate sperimentare, come me, c’è una ricetta che non fa propriamente parte della nostra tradizione di Natale ma che promette di soddisfare i gusti di tutti, grandi e piccoli: la faraona speziata e ripiena. E’ una delle ricette più classiche preparate da Nigella Lawson e, nonostante sia lunga da fare, in realtà è semplice e può essere un ottimo diversivo ai pranzi e alle cene di Natale e Capodanno.

La ricetta prevede l’utilizzo di molte spezie che conferiscono alla faraona un sapore particolare e anche parecchio tempo perché la faraona va lasciata a bagno una notte intera in acqua in modo che la sua carne si ammorbidisca e diventi tenere.

Cosa serve per preparare la faraona ripiena di Natale
1 faraona
1 bacinella piena d’acqua fredda
Chiodi di garofano
Pepe nero q.b.
Pepe bianco q.b.
Sale in grani q.b.
1 stecca di cannella
1 cucchiaio di semi di cumino
3 chiodi di garofano
bacche di anice q.b.
2 cipolle non pelate divise in tre quarti
2 arance
3 salsicce
1 bicchiere di vino rosso
40 castagne bollite e spellate
pangrattato q.b.

Come si fa la faraona ripiena di Natale
1. Pulire la faraone eliminando tutti i peli quindi immergerla nella bacinella con l’acqua e tutte le spezie e lasciarla in ammollo per 36 ore (di solito dal 23 sera al 25 mattina);
2. Togliere la faraona dall’acqua qualche ora prima di infornarla (non buttare né l’acqua né le spezie) e nel frattempo preparare il ripieno facendo rosolare le tre salsicce sminuzzate nel vino rosso quindi mescolandole con le castagne bollite sbriciolate e il pangrattato;
3. Riempire la faraona con il ripieno e chiuderla per bene usando dello spago fa cucina. Accendere il forno a 250°;
4. Sistemare la faraona in una teglia grande antiaderente irrorata di olio, aggiungere tutte le spezie nelle quali è stata marinata e infornarla a 200° per circa 2 ore. A metà cottura se necessario aggiungere un po’ di acqua dell’ammollo se inizia a seccarsi e spennellare la superficie con del vino rosso.
5. Sfornare la faraona, coprirla con un panno di cotone e lasciarla intiepidire a temperatura ambiente in modo che rilasci il liquido in eccesso e si stabilizzi.

Tempo di preparazione: 2 giorni

Risultato: similissima al tacchino del Ringraziamento ma con un sapore ancora più deciso, questa faraona può essere un’ottima sostituta del classico pollo natalizio.

Variante: per i celiaci sostituire il pangrattato con la farina di polenta o pangrattato apposito. Il ripieno può essere preparato a proprio piacimento in base agli ingredienti a disposizione o al gusto personale.

Se ti piace questo articolo condividilo!
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest
Informazioni sull'autore
Veruska Anconitano
Veruska è content marketer e digital strategist. E' anche una giornalista iscritta all'ODG, premiata come World Best Food Travel Journalist e membro della British Guild of Travel Writers. E' diplomata come sommelier. E' la co-fondatrice di TheFoodellers e di altri siti.
Website Linkedin Twitter
150 persone hanno votato, media voti: 4.59. Vota anche tu!

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy