Home
Facebook Instagram Newsletter

Come si prepara il brodo di carne e come conservarlo

Potete pensarla come volete ma la possibilità di avere una varietà enorme di dadi già pronti è sicuramente una comodità perchè ci permette di evitare sbattimenti se non abbiamo tempo e di portare a tavola prodotti gustosi e saporiti; se si ha tempo io dico sempre “facciamolo in casa” e il dado vegetale non fa eccezione alla stessa maniera del brodo di carne che può essere preparato in casa in quantità industriali, surgelato e utilizzato all’occorrenza.

Per preparare il brodo di carne è necessario utilizzare ossa di manzo carnose come per esempio le zampe, i nervi e gli stinchi perchè sono più polpose e soprattutto più saporite.

La prima cosa da fare è adagiare la carne sciacquata ed eventualmente ripulita dagli eccessi di grasso o di taglio (sapete la polverina che trovate intorno alle ossa quando il macellaio taglia con la sega? Ecco, quelli sono gli eccessi di taglio 😀 ) in una pentola molto larga e dal fondo abbastanza spesso

Nella stessa pentola vanno messe anche delle verdure e sono sempre da preferire ortaggi a tubero (carote, patate, rape, cipolla, scalogno e similari) perchè assorbono l’acqua e rilasciano da questa un sapore delicato ma peculiare; una volta messo tutto nella pentola non resta che coprire la carne e i vegetali con dell’acqua fredda e condire con pepe e sale partendo da un cucchiaino di entrambi in modo da non esagerare e allo stesso tempo facilitare la cottura.

La pentola va prima messa su fiamma alta fin quando non inizia a bollire quindi la fiamma va abbassata e portata a media densità e la pentola coperta parzialmente quindi il tutto va lasciato sobbollire per 30 minuti.

A quel punto avrete un liquido decisamente brutto da guardare, disgustoso in realtà, perchè la carne avrà rilasciato tutto il grasso che, essendo più pesante del resto, si sarà fermato in superficie: vi basterà togliere la carne e le verdure e filtrare il liquido in modo da eliminare tutti i grassi quindi rimettere carne e brodo sul fuoco basso e lasciar cuocere per altre 5 ore.

Passate le cinque ore, togliete la carne e filtrate nuovamente il liquido in un’altra pentola, eliminate anche le verdure e se necessario aggiungete sale e pepe a piacere; a questo punto non vi resterà che far freddare il brodo se non avete intenzione di usarlo subito quindi di riporlo in congelatore in un contenitore di vetro con coperchio o in un contenitore da frigorifero sempre con coperchio.

Lasciato in frigorifero il brodo di carne dura un massimo di 3 giorni mentre in congelatore si conserva per 6 mesi quindi potete anche fare come me e dividerlo in tanti contenitori piccoli e monouso (oppure nelle formine per il ghiaccio!!) che mi permettono di usare il brodo di carne che ho preparato praticamente per tutto: mi basta tirarlo fuori dal congelatore, “allungarlo” se necessario con acqua bollente, eventualmente insaporirlo ancora e utilizzarlo per esempio per preparare lo spezzatino o il risotto allo zafferano.

Se ti piace questo articolo condividilo!
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Pinterest
Informazioni sull'autore
Veruska Anconitano
Veruska è content marketer e digital strategist. E' anche una giornalista iscritta all'ODG, premiata come World Best Food Travel Journalist e membro della British Guild of Travel Writers. E' diplomata come sommelier. E' la co-fondatrice di TheFoodellers e di altri siti.
Website Linkedin Twitter
151 persone hanno votato, media voti: 4.46. Vota anche tu!

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy