Giant’s Causeway Irlanda, il Selciato del Gigante

Se ti piace questo articolo condividilo!

La Giant’s Causeway in Irlanda del Nord è una delle attrazioni più visitate dai turisti che si spingono fino al Nord durante un giro completo dell’Irlanda oppure da coloro che usufruiscono dei tanti tour da Dublino che ogni giorno partono per arrivare a Belfast e dintorni. Se stai programmando la tua vacanza in Irlanda, hai inserito nel tuo itinerario anche il Nord del Paese e cerchi informazioni sulla Giant’s Causeway, il Selciato del Gigante, in questo articolo troverai tutto ciò che ti serve: location, come arrivare, prezzi e visita ma anche hotel nei dintorni e posti dove fermarti a mangiare.

Dove si trova Il Selciato del Gigante

Il Selciato del Gigante, nome italianizzato per Giant’s Causeway, si trova all’estremità del Nord Irlanda. Precisamente, è situato a circa 3 km a nord della cittadina di Bushmills, nella contea di Antrim. Lo si raggiunge seguendo la strada costiera chiamata Causeway Coastal Route o dall’interno, passando per Belfast.
Nel 1986 Giant’s Causeway è stata dichiarata Patrimonio dell’Unesco.

Giant’s Causeway: la leggenda

Giant’s Causeway è da sempre legata ad una leggenda secondo la quale il gigante Finn McCool avrebbe costruito questo sentiero di pietre per raggiungere a piedi in Scozia e combattere il gigante rivale, Benandonner. Prima di raggiungere la Scozia, Finn si addormentò e fu Benandonner a raggiungere l’Irlanda usando il sentiero per uccidere Finn; la moglie del gigante irlandese, per evitare che il marito venne ucciso, lo coprì con un drappo e fece finta che quello sotto la coperta fosse il loro figlio. Il gigante Benandonner, spaventato dalla mole del bambino, ipotizzò quale fosse la mole di Finn e decise di ritornare in Scozia, non senza aver prima distrutto parte del Sentiero del Gigante in modo che Finn non potesse raggiungerlo dall’altra parte.

Giant’s Causeway: la storia reale

Nonostante l’affascinante leggenda, Giant’s Causeway è il frutto di un evento naturale che ebbe luogo oltre 60 milioni di anni fa: sessanta milioni di anni fa, infatti, la zona di Antrim fu soggetta ad un’intensa attività vulcanica che fece colare la lava su un basamento di gesso. La lava, a contatto con l’acqua e l’aria, si raffreddò rapidamente dando vita alle colonne esagonali basaltiche che oggi formano Giant’s Causeway. Nello specifico, ci furono tre periodi di attività vulcanica che diedero vita a diversi tipi di formazioni di basalto, Lower, Middle and Upper Basalts, e le rocce esagonali di Giant’s Causeway sono quelle formatesi nel Middle. Con il tempo e l’azione di mare e vento, alle rocce esagonali si sono aggiunte rocce rotonde e una serie di formazioni laviche che si possono vedere ai lati della costa e della montagna, come per esempio quello che è stato chiamato “L’Organo”. L’intera zona di Antrim è stata interessata dall’attività vulcanica che ha dato vita al Sentiero del Gigante. La zona venne ufficialmente scoperta nel 1693 e la sua formazione fu attribuita proprio al gigante Finn; fu solo nel 1771 che si stabilì la scientificità di questa area dell’Irlanda e si stabilì che il fenomeno fu originato dall’eruzione di un vulcano.

Prezzi, orari e informazioni logistiche per visitare la Giant’s Causeway

Prezzi del Selciato del Gigante

La visita a Giant’s Causeway É GRATUITA. Infatti è possibile visitare le rocce senza pagare nulla a patto che si lasci la macchina fuori dal parcheggio ufficiale. Il parcheggio costa infatti 11,50 sterline per macchina e non è necessario pagare altri soldi per visitare il selciato: il Giant’s Causeway Visitor Centre non è infatti parte di Giant’s Causeway e non è obbligatorio visitarlo e pagare 11.50 GBP a persona per entrare!
Quando si arriva, non c’è nessun cartello che spiega chiaramente che non si paga per vedere la Giant’s Causeway; l’unico cartello è quello che mostra i prezzi per il parcheggio e i prezzi per i biglietti per adulti e bambini per il Centro visitatori. La maggior parte dei turisti pensa che si tratti del prezzo da pagare per scendere ma in realtà non è altro che il prezzo per parcheggiare la macchina e per entrare nel Visitor Center. Dunque, se parcheggi nel parcheggio ufficiale puoi pagare solo 11,50 GBP per la macchina e non devi pagare altro: sta a te decidere se pagare per avere accesso al Visitor Centre, al negozio di souvenir e ai bagni (più avere una guida audio ufficiale con te, opzionale) oppure se usufruire liberamente della natura.

Parcheggi

Alcune persone parcheggiano sulla strada vicina a Giant’s Causeway ma è assolutamente sconsigliato in quanto è vietato farlo; specialmente in alta stagione, sono tantissime le macchine multate e a cui vengono applicate i blocchi. Sono gli stessi abitanti del posto che contattano la polizia per far rimuovere le auto, proprio perché non si tratta di parcheggi ma spesso di spazi privati.

Ti consiglio di parcheggiare dentro il parcheggio ufficiale e pagare 11,50 sterline SOLO per la macchina!

Gli orari migliori per visitare Giant’s Causeway

Giant’s Causeway è sempre aperta e gli orari migliori per visitarla sono la mattina presto (diciamo all’alba) e la sera dopo il tramonto. Gli orari peggiori sono dalle 11 alle 13 dal momento che è l’orario di arrivo dei bus turistici, sia da Belfast che da Dublino; anche il tramonto è abbastanza affollato.

Il percorso per visitare Giant’s Causeway

Anche se la parte più famosa è la zona con le rocce di basalto, per raggiungere questa si può optare per due soluzioni:

  • Seguire la strada asfaltata a cui si accede nei pressi del Visitor Centre e arrivare direttamente vicini al mare;
  • Seguire il percorso rosso che si trova alla destra del Visitor Centre e che costeggia il Selciato dall’alto, permettendo di ammirarlo dall’alto e di vedere anche altro rispetto alle sole rocce di basalto. Su questo percorso si trova anche il Giant’s Organ, una formazione di rocce di basalto alta ben 12 metri. Il mio consiglio è di seguire questo percorso, arrivare al The Giant’s Boot, una pietra grande a forma di stivale che si dice essere il piede del gigante Finn, godere di The Wishing Chair (la parte più famosa, con i blocchi esagonali) e poi risalire attraverso la strada asfaltata per ammirare il fantastico paesaggio circostante.

Consigli specifici per visitare Giant’s Causeway

  • Vestirsi a strati e portare sempre una giacca impermeabile: la scogliera si trova proprio sull’Oceano Atlantico ed è regolarmente battuta dal vento;
  • Indossare scarpe comode: la superficie della Causeway è irregolare e spesso bagnata per cui è necessario usare scarpe comode e soprattutto non scivolose;
  • Fare attenzione al mare: anche se la voglia di avvicinarsi al mare è fortissima, le onde possono essere alte e potenti e arrivare inaspettatamente. Fare attenzione a come ci si muove e seguire le indicazioni degli operatori presenti in loco per evitare problemi;
  • Seguire solo e soltanto i sentieri segnalati: non solo per evitare problemi ma anche per preservare la natura.

Hotel vicini alla Giant’s Causeway

Per pianificare al meglio la propria visita alla Giant’s Causeway e a tutta la costa, io consiglio di soggiornare in zona così da pianificare la visita agli orari migliori. Queste sono alcune strutture che puoi trovare nella zona del Selciato, prenotabili direttamente online:

Causeway B&B
Vicinissimo a Giant’s Causeway, un B&B irlandese tradizionale senza grosse pretese. Perfetto per chi è alla ricerca di una sistemazione non troppo costosa. Clicca per vedere la struttura e prenotare.

Causeway Hotel
Direttamente dentro Giant’s Causeway, un hotel adatto a chi vuole avere l’opportunità di visitare il Selciato e le zone circostanti senza alcuna fretta. Le camere sono semplici, ma si mangia bene e la posizione è davvero splendida. Senza contare che si ha parcheggio gratuito. Clicca per vedere la struttura e prenotare.

Causeway Smithy B&B
A pochi Km dal Selciato, offre camere ben arredate e un salotto comune dove rilassarsi. Clicca per vedere la struttura e prenotare.

Carnside Guest House
Situata a 10 minuti a piedi dal Selciato del Gigante, la Carnside Guest House sorge in una posizione leggermente elevata e garantisce di poter godere di bellissimi panorami. Clicca per vedere la struttura e prenotare.

Dove mangiare nei pressi di Giant’s Causeway

La zona della Causeway non è così piena di ristoranti e posti dove mangiare come si potrebbe pensare e molti di quelli localizzati in questa zona hanno orari particolari. Tra quelli che ti consiglio di annotarti, anche se in alcuni casi richiedono qualche minuto di macchina, ci sono:

  • Bushmills Inn a Bushmill
  • Harry’s Shack at Portstewart
  • Ramore Restaurant a Portrush
  • Red Door Tea Rooms a a Ballintoy
  • Fullerton Arms a Ballintoy (dove si trova anche una delle porte di Game of Thrones)
  • Mary McBride’s a Cushendun, (anche qui si trova una delle porte di Game of Thrones)

Giant’s Causeway da Dublino: i tour organizzati

Non è insolito trovare gruppi di turisti che decidono di regalarsi una passeggiata al Selciato del Gigante durante il loro soggiorno a Dublino. I tour di solito partono molto presto la mattina e includono diverse fermate in Irlanda del Nord, tutte perfettamente programmate per permettere ai visitatori di avere un assaggio delle bellezze di questa parte del Paese.

Ora che hai tutte le informazioni utili, puoi pianificare la tua visita a Giant’s Causeway nella  maniera migliore in assoluto. Se hai bisogno di altri consigli per il tuo viaggio in Irlanda,

Perché sappiamo darti questi consigli sull’Irlanda, da veri esperti del luogo? Perché ci siamo trasferiti a Dublino da parecchio tempo e lavoriamo nel settore del turismo per cui aiutiamo i turisti che vogliono organizzare un viaggio in Irlanda.
Seguici anche sui social: ci trovi su Instagram (Veru e Giuseppe), su Facebook, Twitter e YouTube. Se hai bisogno di altre informazioni contattaci via email e saremo felici di rispondere alle tue domande e di aiutarti se vuoi venire a Dublino e in Irlanda e stai cercando tour personalizzati, idee di viaggio o semplicemente dei consigli.

[Tutte le foto di questo articolo sono state scattate da Giuseppe Milo]

Se ti piace questo articolo condividilo!

Categorie: Viaggi
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina

Categorie

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Articoli più popolari

Pinsa romana: ricetta, impasto e informazioni
Torta di mele ricetta classica della nonna
Pancakes proteici ricetta facile e veloce
Limoncello Ricetta Perfetta
Ricetta Cheesecake Philadelphia Fredda
Pasta al Forno Ricetta Classica Semplice
Pasta al Forno Bianca Ricetta Veloce Cremosa
Dove mangiare a Roma tipico
Besciamella ricetta veloce e semplice
Gnocchi alla romana ricetta originale
Ricetta Torta al Limone e Mandorle
Cremor tartaro, cos'è, come si usa
Ricetta Biscotti di Pasqua Decorati
Ricetta Biscotti Semplici e Veloci
Ricetta Castagnole Morbide Fritte e al Forno
Ricetta pane fatto in casa
Ricetta Cheesecake Arcobaleno Fredda
Peso alimenti crudi e cotti: la guida con la tabella completa
Amatriciana ricetta originale di Amatrice
Bucarest cosa vedere e dove mangiare
Pancakes ricetta originale americana
Pasta alla carbonara, ricetta originale
Organizzare un viaggio in Irlanda: consigli e dritte imperdibili
Frittelle dolci veloci e semplici senza lievitazione
Tiramisù ricetta originale della nonna
Gnocchi di patate fatti in casa ricetta della nonna
Ricetta Spaghetti Cacio e Pepe Originale Romana
Tabella conversione unità di misura americane in cucina
Pizza napoletana ricetta originale semplice
Come fare la focaccia genovese a casa con la ricetta originale
La ricetta facile e veloce dei muffin al cioccolato
Crostata di frutta fresca con crema pasticcera
Ricetta pasta frolla originale della nonna
Ricetta crema pasticcera classica
Supplì di riso, ricetta originale da Roma
Polpette alla romana al sugo, ecco la ricetta
Ricetta crepes dolci e salate
Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy