Gelato al tè verde matcha o Matcha no aisu kurimu

Se ti piace questo articolo condividilo!

Se non avete capito, io amo il Giappone, la sua cucina, i suoi “tempi”, le tante possibilità che offre e le sue contraddizioni. E’ un Paese che mi porto tatuato sulla pelle e che mi piace scoprire e riscoprire continuamente anche in cucina sebbene su questo blog di cucina giapponese si parli pochissimo dal momento che mi rendo conto non è poi così amata nel nostro Paese anche se sta sempre più prendendo piede. La scorta di matcha che arriva direttamente dal Giappone ad intervalli regolari è sempre là che mi guarda e mi dice “non usarmi che poi finisco” e così tè su tè si accumulano fin quando arriva il momento in cui dici “basta, è ora di usarli perché altrimenti vanno a male”. Se come me amate mettere da parte per evitare di utilizzare prodotti a cui tenete particolarmente ma poi vi rendete conto che è una cosa davvero sciocca e avete valanghe di tè verde di ottima qualità, questa è la ricetta giusta: il gelato al tè verde matcha o anche Matcha no aisu Kurimu.

E’ proprio lui, quello che viene servito al ristorante giapponese in Italia ma che in Giappone in realtà si trova pochissimo perché viene sostituito da prodotti di diversa consistenza anche in virtù del fatto che i giapponesi non concludono quasi mai i loro pasti a base di dolce riservando a questi lo spazio che meritano, ovvero la merenda.

La ricetta è molto semplice e onestamente adatta per usare dell’ottimo matcha che si trova in erboristeria o anche nei negozi specializzati in prodotti orientali: va assolutamente acquistato sfuso perché le bustine non rendono giustizia alla sua bontà e perché spesso nelle bustine tutto c’è tranne che matcha di qualità.

Cosa serve per una ciotola
70 grammi di zucchero semolato
100 ml di latte intero
100 ml di panna fresca
2.5 cucchiai di matcha

Come si fa
1. Mescolare il matcha con lo zucchero in modo che i due prodotti si amalghimino per bene.
2. Aggiungere al composto secco il latte e mescolare fin quando i tre ingredienti non risultano amalgamati e dunque il composto secco non si scioglie del tutto.
3. Montare la panna a neve ferma quindi aggiungere alla stessa il mix latte+zucchero+matcha e mescolare dal basso verso l’alto.
4. Frullare il composto usando un frullatore ad immersione oppure un robot classico quindi trasferirlo dentro una ciotola pulita e abbastanza capiente. Mettere in congelatore e dopo 30 minuti circa mescolare con un cucchiaio per evitare si formino eventuali grumi. Lasciare in congelatore per almeno altre 3 ore. Servire dopo aver lasciato il gelato a temperatura ambiente per circa 10 minuti.

Tempo di preparazione: 10 minuti + congelamento

Risultato: dolce ma non troppo, questo gelato è corposo e secondo me piace sia a chi ama il matcha che a quanti non ne conoscono nemmeno l’esistenza.

Variante: potete aggiungere dei pistacchi al composto per dare maggiore corposità al gelato (io ne ho aggiunti nella coppa perché ci stanno benissimo!).

Consiglio: la panna fa in modo che il gelato non cristallizzi e quindi l’operazione di mescolamento dopo 30 minuti è solo precauzionale e volendo si puo’ saltare del tutto. Si mantiene in congelatore per almeno un paio di mesi in un contenitore chiuso e ovviamente se si scioglie del tutto non puo’ essere ricongelato. La panna deve essere freschissima e montata benissimo altrimenti il gelato non si solidifica per niente e resta liquido.

Postillina: se non sapete dove reperire il matcha autentico provate qua. Loro sono fornitissimi e spesso i prodotti non ci sono perché arrivando tutti dal Giappone quando finiscono non sempre il magazzino viene riassortito velocemente. Vi consiglio di ordinare più cose per avere la spedizione gratuita 😉

Se ti piace questo articolo condividilo!

Categorie: Ricette, Ricette dolci e frutta
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina

Categorie

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Socializziamo

Articoli più popolari

Pinsa romana: ricetta, impasto e informazioni
Torta di mele ricetta classica della nonna
Pancakes proteici ricetta facile e veloce
Limoncello Ricetta Perfetta
Ricetta Cheesecake Philadelphia Fredda
Pasta al Forno Ricetta Classica Semplice
Pasta al Forno Bianca Ricetta Veloce Cremosa
Dove mangiare a Roma tipico
Besciamella ricetta veloce e semplice
Gnocchi alla romana ricetta originale
Ricetta Torta al Limone e Mandorle
Cremor tartaro, cos'è, come si usa
Ricetta Biscotti di Pasqua Decorati
Ricetta Biscotti Semplici e Veloci
Ricetta Castagnole Morbide Fritte e al Forno
Ricetta pane fatto in casa
Ricetta Cheesecake Arcobaleno Fredda
Peso alimenti crudi e cotti: la guida con la tabella completa
Amatriciana ricetta originale di Amatrice
Bucarest cosa vedere e dove mangiare
Pancakes ricetta originale americana
Pasta alla carbonara, ricetta originale
Organizzare un viaggio in Irlanda: consigli e dritte imperdibili
Frittelle dolci veloci e semplici senza lievitazione
Tiramisù ricetta originale della nonna
Gnocchi di patate fatti in casa ricetta della nonna
Ricetta Spaghetti Cacio e Pepe Originale Romana
Tabella conversione unità di misura americane in cucina
Pizza napoletana ricetta originale semplice
Come fare la focaccia genovese a casa con la ricetta originale
La ricetta facile e veloce dei muffin al cioccolato
Crostata di frutta fresca con crema pasticcera
Ricetta pasta frolla originale della nonna
Ricetta crema pasticcera classica
Supplì di riso, ricetta originale da Roma
Polpette alla romana al sugo, ecco la ricetta
Ricetta crepes dolci e salate
Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy