Battenberg cake, la ricetta inglese per chi ama la geometria

Se ti piace questo articolo condividilo!

Io e l’eleganza abbiamo due modi diversi di vedere la vita: per me eleganza è semplicità e, se non disturba, anche difetto ma in generale viene considerato elegante ciò che è perfetto. Ecco perché ogni volta che mi si chiede di preparare qualcosa di “bello e d’effetto” ma che sia buono e gustoso io vado in panico e inizio a provare giorni/settimane prima. E’ successa la stessa cosa con la torta della foto, una cake inglesissima che si dice sia nata in onore di un matrimonio reale: la Battenberg cake. Si vocifera sia una delle torte più usate/abusate del Regno Unito e dell’Irlanda ma è più una diceria che piace tanto a chi fa le torte fighe: si trova, per carità, ma non è la torta più famosa per il tè, specie oggi. Pure gli inglesi corrono e i biscotti, di tutti i tipi e le misure, sono il dolce che più si serve alle 5 del pomeriggio. Però la Battenberg è classica, dolce e ricorda i tempi andati.

La particolarità di questa cake è il suo colore, l’alternanza di rosa e panna determinato dalla presenza di due diverse basi sovrapposte e che vengono arricchite dal marzapane esterno che conferisce struttura al tutto: non è una torta difficile ma è una torta “geometrica” e infatti per questa prima prova io, che non sono per nulla regolare e geometrica, ho sbagliato i tagli e la torta, una volta compattata, s’è parzialmente sbilencata nonostante le quattro parti fossero tenute insieme dalla marmellata (guardate quella di Sonia per un risultato impeccabile).

Non è una torta laboriosa o lunga e io ho voluto modificarla un pochino rispetto all’originale aggiungendo, invece del colorante rosso usato per la parte rosa, dell’alchermes in modo da beneficiare di un sapore più pieno e corposo.

Cosa serve per una teglia lunga da 20 cm
175 grammi di burro ammorbidito
175 grammi di zucchero
175 grammi di farina
1 bustina di lievito per dolci
3 uova a temperatura ambiente
65 grammi di farina di mandorle
1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia
1/4 di cucchiaino di estratto di mandorla
alchermes (o colorante rosso)
100 grammi di marmellata di albicocche
225 grammi di marzapane (fatto in casa o comprato)

Come si fa
1. Scaldare il forno a 180° e imburrare benissimo una teglia da 20 cm quindi usando un pezzo di alluminio creare un divisorio all’esatta metà della teglia facendolo aderire per bene alla base.
2. Mescolare tutti gli ingredienti secchi quindi aggiungere quelli liquidi e sbattere fin quando il mix non diventa cremoso e non ci sono grumi.
3. Versare metà dell’impasto in una delle due parti della teglia e spalmare per bene con una spatolina.
4. Aggiungere un pochino di alchermes all’altra metà, mescolare per bene fino a raggiungere il colore desiderato quindi versare questo impasto rosa acceso nella seconda metà della teglia e spalmare per bene con una spatolina.
5. Cuocere per 30 minuti (vale la prova stuzzicadenti) quindi sfornare e lasciar raffreddare.
6. Sovrapporre le due basi e tagliare i contorni in modo da pareggiare le due sponge quindi dividere in due parti per verticale in modo da ottenere due strisce di sponge rosa e due strisce di sponge bianca.
7. Alternare in altezza una striscia rosa e una bianca in modo da ottenere l’effetto quadrettato e “incollare” le fettine di torta tra di loro usando la marmellata di albicocche. Mettere da parte in modo da far rapprendere per bene.
8. Stendere il marzapane, foderare la Battenberg livellando/eliminando le eventuali sporgenze e servire anche subito.

Tempo di preparazione: 1 ora

Risultato: a me piace tantissimo, a prescindere dall’eventuale eleganza o meno della cake. La sponge ha un sapore basilare arricchito dall’essenza di mandorla mentre il marzapane conferisce quel gusto in più che funziona benissimo.

Variante: la variante senza glutine è una sciocchezza in questo caso perché basta scegliere una farina GF e un lievito GF e il gioco è fatto visto che gli altri ingredienti sono GF naturalmente.

Consiglio: come vedete dalla foto (che risale al primo esperimento pre-consegna) alcune parti non combaciano e il motivo è quello spiegato sopra ovvero il fatto di non aver tagliato perfettamente le due sponge e dunque aver ottenuto delle grandezze diverse non combacianti. Ovviamente basta prestare un pochino di attenzione in più e il gioco è fatto e fattibilissimo.

Consiglio 2: la Battenberg si mantiene perfetta per 3 giorni in un contenitore o in un portatorta. Per mantenere inalterata la tenuta e il sapore del marzapane puo’ essere tenuta in frigo e tirata fuori una decina di minuti prima di essere servita.

Se ti piace questo articolo condividilo!

Categorie: Ricette, Ricette dolci e frutta, Ricette torte
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina

Categorie

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Articoli più popolari

Pinsa romana: ricetta, impasto e informazioni
Torta di mele ricetta classica della nonna
Pancakes proteici ricetta facile e veloce
Limoncello Ricetta Perfetta
Ricetta Cheesecake Philadelphia Fredda
Pasta al Forno Ricetta Classica Semplice
Pasta al Forno Bianca Ricetta Veloce Cremosa
Dove mangiare a Roma tipico
Besciamella ricetta veloce e semplice
Gnocchi alla romana ricetta originale
Ricetta Torta al Limone e Mandorle
Cremor tartaro, cos'è, come si usa
Ricetta Biscotti di Pasqua Decorati
Ricetta Biscotti Semplici e Veloci
Ricetta Castagnole Morbide Fritte e al Forno
Ricetta pane fatto in casa
Ricetta Cheesecake Arcobaleno Fredda
Peso alimenti crudi e cotti: la guida con la tabella completa
Amatriciana ricetta originale di Amatrice
Bucarest cosa vedere e dove mangiare
Pancakes ricetta originale americana
Pasta alla carbonara, ricetta originale
Organizzare un viaggio in Irlanda: consigli e dritte imperdibili
Frittelle dolci veloci e semplici senza lievitazione
Tiramisù ricetta originale della nonna
Gnocchi di patate fatti in casa ricetta della nonna
Ricetta Spaghetti Cacio e Pepe Originale Romana
Tabella conversione unità di misura americane in cucina
Pizza napoletana ricetta originale semplice
Come fare la focaccia genovese a casa con la ricetta originale
La ricetta facile e veloce dei muffin al cioccolato
Crostata di frutta fresca con crema pasticcera
Ricetta pasta frolla originale della nonna
Ricetta crema pasticcera classica
Supplì di riso, ricetta originale da Roma
Polpette alla romana al sugo, ecco la ricetta
Ricetta crepes dolci e salate
Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy