Arancini alla gricia per rivisitare la tradizione con semplicità

Se ti piace questo articolo condividilo!

Le sfide sono sfide e, anche in tempi di cene e pranzi luculliani, la possibilità di portare a tavola la tradizione, leggerissimamente rivisitata, è stata una vera e propria tentazione per me. Sono nati così, durante queste feste di Natale, gli arancini alla gricia che si possono servire come antipastino per le feste o ottimo spuntino per un aperitivo tutto l’anno: sono semplici da preparare, ottimi e stuzzicanti, racchiudono il sapore della pasta alla gricia romana e in più, con la panatura, sono gustosissimi.

Io li ho preparati in abbinamento al Già Bianco di Fontanafredda, uno dei vini che aderisce al progetto VinoLibero e che si sposa perfettamente con la mia idea di cose buone che vanno valorizzate a livello regionale.

Per me che la tradizione in cucina è tutto anche preparare questi arancini alla gricia è stata la dimostrazione che bastano pochi ingredienti di qualità per far felice una tavolata di persone e permettere a tutti di apprezzare quei sapori che rischiano di sparire per via della troppa voglia di stupire.

Cosa serve per 8 arancini alla gricia

Per il ripieno
200 grammi di riso Carnaroli
150 grammi di guanciale tagliato a dadini
pecorino romano grattato
pepe nero

Per la panatura e la frittura
2 uova
1 cucchiaio di latte
Farina
Pecorino romano grattato
Pangrattato
Olio di semi di girasole

Procedimento
1. Sciacquare il riso sotto l’acqua gelata quindi metterlo a lessare in acqua non salata fin quando non diventa abbastanza colloso. Scolare lasciando da parte 1/2 bicchiere di acqua di cottura quindi mettere ad intiepidire dentro una ciotola di ceramica.
2. Rosolare il guanciale in una padella antiaderente senza olio quindi quando il riso è tiepido versarlo dentro il riso. Mescolare con le mani, aggiungere poca acqua di cottura (regolandosi a piacere in modo da bagnare il riso) quindi iniziare ad aggiungere pecorino romano e pepe a piacere fino al raggiungimento della consistenza e del sapore desiderato.
3. Sbattere le uova con il latte e in una ciotola a parte mescolare pangrattato e pecorino romano. Formare tante palline di riso, passarle nella farina quindi nel latte e infine nel mix pangrattato+pecorino.
4. Scaldare l’olio di semi in una padella dai bordi alti quindi tuffare il riso quando l’olio è caldo, lasciar rosolare da entrambi i lati e scolare su carta assorbente. Servire tiepidi o anche freddi, accompagnati da un bel bicchiere di vino.

Tempo di preparazione: 1 ora

Risultato: semplici, stuzzicanti, appetitosi e soprattutto rispettosi della nostra cultura culinaria romana. Per me sono stati una scoperta da far conoscere a tante altre persone.

Variante: in versione senza glutine basta sostituire la farina e il pangrattato con prodotti tipici per celiaci e il gioco è fatto.

Consiglio: sono ottimi cotti e mangiati tiepidi ma se si freddano, a patto che vengano consumati entro un paio di ore, sono comunque buoni. Possono essere preparati e messi in congelatore per essere fritti all’occorrenza.

(Foto di Giuseppe Milo)

Se ti piace questo articolo condividilo!

Categorie: Ricette, Ricette antipasti, Ricette sfiziose
Articolo scritto da Veruska Anconitano aka La Cuochina Sopraffina

Categorie

Iscriviti alla newsletter e ricevi contenuti esclusivi via email

Articoli più popolari

Pinsa romana: ricetta, impasto e informazioni
Torta di mele ricetta classica della nonna
Pancakes proteici ricetta facile e veloce
Limoncello Ricetta Perfetta
Ricetta Cheesecake Philadelphia Fredda
Pasta al Forno Ricetta Classica Semplice
Pasta al Forno Bianca Ricetta Veloce Cremosa
Dove mangiare a Roma tipico
Besciamella ricetta veloce e semplice
Gnocchi alla romana ricetta originale
Ricetta Torta al Limone e Mandorle
Cremor tartaro, cos'è, come si usa
Ricetta Biscotti di Pasqua Decorati
Ricetta Biscotti Semplici e Veloci
Ricetta Castagnole Morbide Fritte e al Forno
Ricetta pane fatto in casa
Ricetta Cheesecake Arcobaleno Fredda
Peso alimenti crudi e cotti: la guida con la tabella completa
Amatriciana ricetta originale di Amatrice
Bucarest cosa vedere e dove mangiare
Pancakes ricetta originale americana
Pasta alla carbonara, ricetta originale
Organizzare un viaggio in Irlanda: consigli e dritte imperdibili
Frittelle dolci veloci e semplici senza lievitazione
Tiramisù ricetta originale della nonna
Gnocchi di patate fatti in casa ricetta della nonna
Ricetta Spaghetti Cacio e Pepe Originale Romana
Tabella conversione unità di misura americane in cucina
Pizza napoletana ricetta originale semplice
Come fare la focaccia genovese a casa con la ricetta originale
La ricetta facile e veloce dei muffin al cioccolato
Crostata di frutta fresca con crema pasticcera
Ricetta pasta frolla originale della nonna
Ricetta crema pasticcera classica
Supplì di riso, ricetta originale da Roma
Polpette alla romana al sugo, ecco la ricetta
Ricetta crepes dolci e salate
Questo sito usa cookies. Visitandolo accetti la Privacy / Cookie policy